Rossi "Pace con Marquez? Sto bene così"

Share

"Incontrare il Papa è stata un'esperienza grandiosa, molto positiva".

"Non conosco questo ragazzo, non l'ho mai incontrato, ma spero che possa vivere un fantastico weekend".

Il Motomondiale riparte da Misano, dopo la corsa annullata a Silverstone. Misano è un dolce ricordo per le due Honda, che nonostante il vantaggio e l'ottimo biglietto da visita con cui si presentano, sono pronte a dare il massimo per correre verso la vittoria e allungare il distacco in classifica. Ponsson in pista al posto di Rabat?

Marquez si è poi soffermato sull'esordio di Christophe Ponsson che sostituirà Rabat, infortunato: "Non lo sapevo, sinceramente non lo conosco, però per gareggiare in MotoGP deve avere un livello minimo e una carriera minima".

Paura nel beneventano, nuova scossa di terremoto. Avvertita anche in Irpinia
Tanta paura questa mattina per una forte scossa di terremoto che ha colpito le Filippine . Il fortissimo scuotimento ha interessato la regione di Mindanao.

"Arrivare in MotoGP tramite i soldi non è la via giusta, siamo nel miglior campionato del mondo". "Per me - aggiunge Valentino - le cose vanno bene, non c'è bisogno di una stretta di mano".

"Io sì, non ho nessun problema con lui". Penso che la commissione sicurezza sia un'associazione di piloti moderna. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.

Vorresti fare pace con Valentino?

Jorge Lorenzo bacchetta severamente Marc Marquez e Valentino Rossi. "Per me le cose vanno bene". "La mia opinione è che sbagliano tutti e due - afferma lo spagnolo della Ducati - Valentino ha sbagliato a non dargli la mano per un eccesso di orgoglio, e sbaglia a non dire ai suoi tifosi di non fischiare un altro pilota che non ha fatto nulla per meritarlo". "Il giorno dopo hanno fatto qualche lavoro che ha migliorare un po' il drenaggio, ma c'erano problemi in tutte le curve, era difficile guidare". Il nostro obiettivo è migliorare noi stessi e migliorare la moto. Ci volevamo concentrare già oggi pomeriggio (per la gara), ma non ci sono state le condizioni per poterlo fare, le gomme si sono consumate in un modo strano. "I social network? Non uso tanto i social e lo smartphone, quando vedo i giovani che usano così tanto le app non mi piace molto". Non mi piacciono - ha poi sottolineato lo spagnolo - perché noi siamo in pista a 300 all'ora, rischiamo la vita ogni volta che saliamo sulla moto. I progressi di Marini?

Share