Salvini e Di Maio alle prese con la Manovra

Share

"Gli sfollati di Genova hanno perfettamente ragione, non si può lasciare la gente in balia delle elemosine di Autostrade".

Il vice premier Luigi Di Maio si schiera al fianco degli sfollati di via Porro che questa mattina hanno protestato per la loro situazione in consiglio regionale: il leader del Movimento 5 Stelle ha parlato da Napoli.

Sul lavoro e sulle pensioni, Salvini spiega che "il lavoro non si crea per legge, ma aiutando chi lo produce" e assicura "quota 100 da subito per tutti, non solo per equità ma per creare lavoro".

Tifone Jebi sta colpendo il Giappone: primi video impressionanti!
A Kyoto , invece, un soffitto di vetro della stazione ferroviaria si è infranto per il vento, causando diversi feriti. Le autorità hanno allertato i residenti sul rischio di forti mareggiate e di alluvioni e smottamenti.

Alla successiva domanda se il deficit sara' fissato oltre questa soglia Di Maio ha risposto: "Non lo posso ancora dire, non sfideremo l'Europa sui conti", ha ribadito. Poi ha rassicurato sulle tempistiche per un nuovo alloggio, 98 dei quali "offerti" da privati: "Pensavamo di dare una casa agli sfollati di ponte Morandi entro novembre, invece probabilmente ci riusciremo entro fine settembre". Per aiutare Genova servono meno polemiche e più fatti concreti.

Ma c'è da aggiungere però che il presidente Toti, in qualità di commissario per l'emergenza, non ha per nulla intenzione di assecondare né il Governo, né la sua propaganda. "Noi aspettiamo le leggi che ci consentano di aprire e accelerare cantieri, risarcire cittadini e imprese, e ricostruire il ponte!". "Qualora gli strumenti facessero rilevare che non ci sono spostamenti e criticità, pur nella precarietà del manufatto, il sindaco si accollerebbe l'onere di modificare l'ordinanza sindacale e permetterci in certe fasce orarie, con accompagnamento dei vigili e con opportune strumentazioni, come piani elevatori, di entrare nelle case a togliere quanto possibile".

Share