Serie A, diluvio a Torino: sospesa la gara con la Spal

Share

Nonostante un inizio di campionato incerto, sembrano esserci tutte le premesse per fare bene grazie anche ad un ottimo mercato fatto in estate.

Il presidente del Torino Urbano Cairo è intervenuto ai microfoni di Sky Sport prima della sfida tra i granata e la SPAL: "Ci apprestiamo a vedere la partita". Il mister li avrebbe tenuti volentieri, ma purtroppo e per fortuna abbiamo molto attaccanti bravi e non avevano il posto certo. A lui, ovviamente non piaceva essere a rischio posto e quindi ha detto sì a una grande offerta dalla Turchia. Era giusto farlo, a malincuore ma era giusto.

Inter, Spalletti prepara il match contro il Bologna per uscire dalla crisi
Si torna al 4-2-3-1: la linea dei trequartisti vedrà l'esordio dal primo minuto di Nainggolan , affiancato da Politano e Perisic . Bologna ed Inter hanno comunicato le formazioni ufficiali per questo anticipo del sabato alle ore 18 .00.

Saranno due 3-5-2, due formazioni speculari quelle che si sfideranno questa sera nella terza giornata di questo campionato di Serie A, con il Torino in casa nel suo stadio Olimpico che cerca una vittoria dopo una partenza senza infamia e senza lode - e che ha segnato un pareggio e una sconfitta - e una Spal invece che vuole continuare il più a lungo possibile il sogno di essere testa di serie. Il Torino ha comunque perso solo una volta nelle ultime cinque partite di campionato (2 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta), quattro delle quali si sono concluse con più di 2,5 gol. E Mazzarri sta lavorando su di lui per impostarlo ad andare molto più al tiro. Molto bene". Altro giocatore ad impressionare è stato Ola Aina: "Ha un fisico incredibile e una buona qualità tecnica. Meité? Lo seguivamo da tempo, è un buonissimo giocatore che coniuga qualità a fisicità. Mi sembra che abbiamo fatto molti innesti e cambiamenti in questo senso. Squadra a misura di Mazzarri? Mazzarri mi diceva 'a me piacerebbe giocare con un numero di giocatori quasi contati perché così posso farli giocare tutti e farli ruotare'. Ma non vogliamo fare troppi proclami o manifestare eccessiva contentezza, perché è il campo che deve dire, ma si parte con il piede giusto e con il numero di giocatori giusti.

Share