Serie A, inizio difficile per l'Inter: Spalletti nel mirino dei tifosi

Share

Dobbiamo indirizzare la partita. Il primo incrocio con i nerazzurri nelle vesti di tecnico granata, vide prevalere lo scorso anno il Toro per 1-0 grazie a una rete di Adem Ljajic. "Siamo convinti di aver fatto delle scelte giuste con il Sassuolo, è chiaro che qualcosa non è andato bene". La squadra ha poi reagito come piace a me. Sono state apportate delle modifiche e tutto ciò che viene fatto è per avere una giustizia più obiettiva da parte di tutti. "Nell'intervallo ci siamo guardati in faccia e siamo riusciti a riprendere la gara". Mi è dispiaciuto per la multa, non ho offeso nessuno, magari anche su questo episodio ci sarebbe bisogno di rivedere la Var... "Abbiamo un regolamento interno, chi protesta e viene sanzionato deve pagare internamente un'altra multa".

"Quel che mi è dispiaciuto - prosegue l'allenatore toscano - è che abbiamo infastidito quel che è il sentimento degli interisti".

Libia, salta la tregua. Ordigno vicino all'ambasciata italiana
Un colpo di mortaio ha colpito sabato mattina l'Hotel Waddan, poco distante dalla sede dell'Ambasciata italiana a Tripoli, in Libia .

L'Inter del primo tempo ricorda quella che nella passata stagione tra ottobre e novembre ha giocato un bel calcio conquistando anche il primo posto in classifica. Dobbiamo essere bravi, cercare sempre la vittoria sia nel pulito che nello sporco. I vari Zaza, Soriano, Aina, Djidji non sono al top, in una sola settimana non si può fare quello che si fa in un mese e mezzo di ritiro. Dalbert? Non abbiamo perso per colpa sua, lui ha grandi qualità e le farà vedere. "Dopo non averlo fatto giocare lo scorso anno, se non ci avessi creduto avrei chiesto la sua cessione".

In casa Inter le acque sono decisamente agitate. Qualcuno dice che serve per temprarli: per me è solo un modo per creare inutilmente ruggine nello spogliatoio. Notizie positive dal gruppo: "Stanno tutti bene, Skriniar compreso".

Share