Sicurezza, al via taser in 12 città. Stretta del Viminale su sgomberi

Share

Lo scorso 4 luglio il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha firmato il decreto per avviare la sperimentazione.

Scrive Salvini: "Per troppo tempo le nostre Forze dell'Ordine sono state abbandonate, è nostro dovere garantire loro i migliori strumenti per poter DIFENDERE in modo adeguato il popolo italiano".

SIRACUSA - Ferragni e Fedez dicono si in una serata tutta siciliana
Il velo a coprire il volto, i lunghi capelli biondi raccolti dietro la nuca, trucco molto sobrio, la sposa ricordava Grace Kelly . A guardare stupido la mamma e il papà anche il piccolo Leone , nato sei mesi fa a Los Angeles.

Potenzialmente l'impiego non e' proibito su minorenni, ma e' chiaro che l'esperienza e la professionalita' di chi maneggia il Taser eviteranno questa scelta se non in casi eccezionali.

Il Taser è già in dotazione alle forze di polizia di circa 107 paesi tra cui Canada, Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Kenya e in Europa in Finlandia, Francia, Germania, Repubblica Ceca, Grecia e Regno Unito. Dopo qualche mese di formazione, comincia quindi la sperimentazione del Taser (COS'È), l'arma a impulsi elettrici che impedisce ai soggetti colpiti di muoversi. Parte ufficialmente in una dozzina di città la sperimentazione delle pistole elettriche da parte delle forze dell'ordine. Dal 5 settembre sarà sperimentata in alcunecittà italiane, tra le quali c'è Napoli. Il Taser, si legge, "va mostrato senza esser impugnato per far desistere il soggetto dalla condotta in atto". Sarà attivo a Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia, Brindisi e Genova. Se il tentativo fallisce si spara il colpo, ma occorre "considerare per quanto possibile il contesto dell'intervento ed i rischi associati con la caduta della persona dopo che la stessa e' stata attinta". Il taser, che nella fase sperimentale sarà distribuito solo ad alcuni equipaggi a turno, verrà tenuto dagli operatori in una apposita fondina dalla parte opposta rispetto all'arma d'ordinanza. Con una circolare inviata ai prefetti, ai commissari per le province autonome di Trento e Bolzano e al presidente della Regione Valle D'aosta, è invece arrivato il giro di vite del Viminale contro le occupazioni abusive di immobili che devono essere sgomberati con la "dovuta tempestività", per evitare il consolidarsi di situazioni di illegalità che possano pregiudicare la tutela dell'ordine e della sicurezza pubblici.

Share