Superbike Portimao: Eugene Laverty in Superpole, poi Rea e Melandri

Share

Sono partito forte ma nei primi giri ho faticato a sorpassare alcuni avversari ed ho perso un po' di terreno dalla testa della corsa. Il successo è arrivato dopo un grande duello con Chaz Davies durato per due terzi di gara.

Prestazione positiva anche per Michael Ruben Rinaldi, che ha ridotto significativamente il distacco dai primi chiudendo in ottava posizione, primo tra i piloti "Indipendenti" con l'Aruba.it Racing - Junior Team.

Parlando poi del fatto che la gara è stata, a livello di show, un po' anonima, Melandri da la "colpa" alla particolare conformazione di questo circuito: "E' un tracciato particolare, c'è solo un punto in cui si spreme tutta la potenza dal motore; il resto è moto guidato e se sbagli una curva poi ti porti l'errore dietro per tutto il tratto successivo, qui a Portimao è molto facile perdere un pochino in ogni curva e non ci sono tratti in cui poter recuperare di motore questi errori". Gli altri protagonisti del weekend sono stati gli italiani Federico Caricasulo e Roberto Tamburini, vincitori rispettivamente delle gare della WorldSSP600 e dello STK1000, e l'olandese Scott Deroue che si e' aggiudicato la WorldSSP300. Chaz Davies, che insegue il pilota della Kawasaki nella classifica generale, ha ottenuto il terzo miglior tempo nel warm-up precedendo Tom Sykes e Eugene Laverty, che aveva ottenuto la pole position ieri salvo poi cadere alla partenza, vanificando così quanto di buono aveva fatto.

Opportunità per le Imprese. In Campania la prima Zes d’Italia
Eliminando un po' di scartoffie e con un percorso fiscale agevolato si crea una buona occasione di lavoro per i campani".

"È stato sicuramente uno dei round più difficili della mia carriera". Domenica proveremo a migliorare un po' la stabilità, poi sarà fondamentale partire bene dalla terza fila e recuperare in fretta qualche posizione. "Attendiamo la prossima gara con fiducia".

"Sono contento della gara di oggi, non solo per la posizione ma soprattutto perché abbiamo migliorato tanto il passo di gara, riducendo in maniera significativa il distacco dai primi. A Magny Cours proveremo a migliorarci ancora".

Share