Usa, Bush e Obama al funerale di McCaine, Trump gioca a golf

Share

Alle esequie di McCain erano presenti gli ultimi tre presidenti degli Stati Uniti, Bill Clinton, George W. Bush e Barack Obama con le rispettive mogli, ma non l'attuale inquilino della Casa Bianca, Donald Trump, che McCain aveva espressamente dichiarato di non voler al proprio funerale. Presenti molti politici: gli ex vicepresidenti Al Gore e Dick Cheney, gli ex segretari di stato Madeline Albright, John Kerry e Henry Kissinger.

McCain fu pilota da combattimento nella guerra del Vietnam e fu catturato e tenuto prigioniero ad Hanoi per cinque anni e mezzo.

Il funerale è un omaggio alla politica bipartisan e alla volontà di superare le barriere che hanno guidato la carriera politica di McCain: è stato il senatore prima di morire a chiedere a Bush jr e Obama - che lo avevano sconfitto rispettivamente nelle primarie repubblicane del 2000 e nelle presidenziali del 2008 - di pronunciare gli elogi funebri. McCain, ha proseguito, "amava la libertà con la passione di chi ne ha conosciuto l'assenza; e rispettava la dignità insita in ogni vita". Poco prima, Bush aveva detto: "Mi ha reso migliore". John ci ha chiesto di essere più grandi di così.

Ilva, i sindacati proclamano lo sciopero. "Risposta dal governo o stop l'11/9"
Ai sindacati, esterrefatti, che avevano chiesto la lettura del parere dell'Avvocatura aveva annunciato che sarebbero stati riconvocati.

Questa affermazione è stata seguita da un lungo applauso sotto gli occhi della figlia di Trump, Ivanka, che si trovava nella cattedrale. "John McCain è stato caratterizzato dall'amore". "Per questo, siamo tutti profondamente in debito con lui". Ma che il tycoon fosse il convitato di pietra della celebrazione lo hanno dimostrato le parole di Meghan, figlia del senatore scomparso. "L'America di John McCain non ha bisogno di tornare a essere grande perchè lo è da sempre", ha detto Meghan.

Si sono svolti alla National Cathedral di Washington i funerali solenni del senatore John McCain. Ha ricordato i valori morali di McCain, il suo carattere schietto e talvolta irascibile, e il suo senso dell'umorismo.

Alla cerimonia ha parlato anche la figlia del senatore, Meghan, il cui discorso è stato particolarmente toccante: "L'America di John McCain è generosa, accogliente e coraggiosa". Una combattività, quella di McCain, che anche in politica si è sempre tradotta nel rispetto per gli avversari.

Share