Usa: gaffe a funerale Aretha Franklin, pastore si scusa

Share

Su Twitter è partito l'hashtag #RespectAriana per quella che è stata considerata una molestia a tutti gli effetti. Una volta mi ha anche chiamata, solo una volta. "Quando fai una predica per nove ore, provi a tenerla vivace, provi a inserire qualche barzelletta qua e là", ha confidato in riferimento anche alla battuta sul cognome. "Il pastore, che venerdì ha officiato la cerimonia funebre di Aretha Franklin, si è lasciato un po' prendere dall'entusiasmo dopo la bella performance della cantante, che ha omaggiato la Regina del Soul con una versione di "(You Make Me Feel Like) a Natural Woman". Con le dita, il parroco si è avvicinato al seno della giovane popstar. "Ma di nuovo, mi dispiace".

In più Ellis ha dovuto chiedere perdono alla cantante, ai fan e alla comunità ispanica per aver ironizzato sul nome Ariana Grande, paragonandolo a un piatto che si trova sul menu delle catene che servono cibo Tex-Mex o simili. Che cosa ha detto? E ancora: "Ho visto il video e sono disgustata".

Papa Francesco: il presunto dossier di Viganò si commenta da solo
Il Santo Padre è fiducioso che i reporter che si occupano di questa presunta vicenda abbiano "la capacità giornalistica sufficiente per trarre le conclusioni".

Gli Obama, che non hanno potuto partecipare perché si trovano a Washington per il funerale del senatore John McCain, hanno inviato una lettera, letta durante la cerimonia dal reverendo attivista Al Sharpton, che ha definito la defunta leggenda come "una donna di colore in un mondo di uomini bianchi".

Share