Agenzie di rating, Italia sotto scacco? Le possibilità di un default

Share

Repubblica.it, inoltre, riporta che l'Agenzia di rating Moody's ha declassato pure una dozzina di banche italiane, da Banca IMI ad Intesa Sanpaolo S.p.A., e passando per UniCredit, Mediobanca S.p.A., Cassa Centrale Raiffeisen S.p.A., CA Cariparma, Banca Nazionale Del Lavoro S.p.A., Banca del Mezzogiorno - MCC S.p.A., Cassa Depositi e Prestiti S.p.A., FCA Bank, Invitalia S.p.A. e Credito Emiliano S.p.A. La decisione dell'agenzia di rating segue il downgrade dell'Italia. E ha confermato a Ba1 il rating di Leonardo, cambiando l'outlook da positivo a stabile. In una nota, Moody's conferma il rating della Rai e quello di Immobiliare Grande Distribuzione.

Declassate anche il rating a lungo termine di quattro utilities italiane. Confermando il rating Baa2 di Esselunga, Moody's rivede al ribasso a Baa1 quello di Concessioni Autostradali Venete.

"A destare sospetto - continua il Codacons - è proprio la tempistica seguita da Moody's, che ha proceduto al declassamento pochi giorni prima della decisione Ue, valutando quindi una manovra non formalmente definitiva".

Tria: "Spread alto insostenibile a lungo"
La 'bocciaturà di Bruxelles della manovra di bilancio "per come è stata presentata era largamente prevista e non ci stupisce". Sottolinea che "non ci sono motivi fondamentali" che giustifichino questi livelli: "I fondamentali dell'Italia sono solidi".

"Il declassamento si configura pertanto come un atto privato volto ad influenzare il mercato e la Commissione Europea e interferisce in un procedimento amministrativo che ha fasi ben precise, le quali non appaiono ancora concluse - prosegue l'associazione dei consumatori - Pertanto il Codacons ha deciso di denunciare Moody's alla magistratura italiana chiedendo di aprire una indagine penale sull'agenzia di rating".

La 'scure' di Moody's torna ad abbattersi sull'Italia.

Share