Alitalia, Di Maio "fiducioso" di chiudere dossier entro fine mese

Share

"Il nostro obiettivo per Alitalia - ha detto Di Maio - è farla diventare una compagnia strategica per il turismo italiano".

Queste le dichiarazioni rilasciate dal vicepremier Luigi Di Maio a Radio Anch'io su Radio 1 che ribadisce "No allo spezzatino, né svendita". "In tutto il mondo ormai gli stati che fanno strategia turistica hanno compagnie di bandiera, noni non vogliamo buttare soldi pubblici".

Salvini: "Manovra non cambia"
Aggredire la legge Fornero , mentre la Banca d'Italia intima di fermarsi, è "un dovere", dice Salvini. "Giustizia è fatta". Per dire: "Ci vogliono in ginocchio, ma la manovra non cambia".

"E' importante operare velocemente in questi mesi, prima si decide e meglio è", sottolinea Gubitosi.il commissario, precisando però che "le scelta di cosa succede in Alitalia competono al governo e non ai vertici operativi". Cosi' il commissario straordinario di Alitalia, Luigi Gubitosi, facendo riferimento alla scadenza della procedura di vendita davanti alle commissioni Lavori Pubblici e Industria del Senato.

Il dossier del salvataggio Alitalia dovrebbe essere chiuso entro la fine di ottobre. "Abbiamo già un prestito ponte che è stato fatto ad Alitalia dal governo precedente, convertiamo una parte di quello in equity e poi tutta una altra parte la raccogliamo sul mercato con gli attori privati. Sappiamo che stanno lavorando ma è irrispettoso parlare di cose che non sono di nostra competenza", ha puntualizzato Gubitosi. "Ci stiamo preparando a iniziare l'atterraggio, vedremo quanto sarà lunga la procedura di atterraggio". Qualche ora prima che i tre commissari Alitalia venissero sentiti al Senato, a Bruxelles la commissaria alla concorrenza Vestager spiegava al Parlamento Ue di non avere "informazioni sui piani del Governo italiano" e che "è ancora aperto" il caso del prestito ponte. "Il ministro cominci a sciogliere i nodi relativi al futuro della compagnia e che ci faccia capire quali sono i progetti del Governo".

Share