Ancelotti: 'A Napoli si sta in paradiso'

Share

Abbiamo finito bene prima della sosta. Assoluta priorità alla gara di domani, alla trasferta. "La pressione c'è, ma perché vogliamo migliorare e proseguire questa striscia". Non siamo qui a fare calcoli, ma non guardiamo in casa di altri. Ci sono giocatori indisponibili però cioè Luperto, Ounas e Insigne. Lorenzo non ha un problema grosso, è indisponibile per domani e lavorerà nei prossimi giorni per essere disponibile mercoledì.

Insigne recuperabile per Parigi? . Tutto il resto è secondario. Io mi trovo molto bene qui a Napoli e loro si trovano bene con me. L'ho detto tante volte, mi sto trovando bene.

Sulla federazione: "L'importante è trovare stabilità".

" Hanno giocato tante partite assieme".

Che ne pensa dell'idea di introdurre la quarta e la quinta sostituzione?

PRIORITA' DI FORMAZIONE - "Nella valutazione della partita di domani do la priorità a chi è rimasto qua". E' l'episodio di un percorso con cose positive e negative, ma se devo scegliere mi rimangono addosso le notti di Champions del 2007 e del 2003 e ho cercato di farmi rimanere poco addosso il 2005. Hanno recuperato più o meno tutti, ma Ospina è tornato ieri e Diawara si è allenato oggi. "Le considerazioni da fare sono queste".

NESSUNA DISTRAZIONE - "Quando c'è un PSG da affrontare, i giocatori possono avere la testa già proiettata alla coppa?"

No, non penso. L'argomento non è stato trattato e i giocatori sanno che la priorità va all'Udinese. Maradona sapete meglio di me cosa ha rappresentato, bisognerà chiederlo a lui se qualucuno potrà indossare quel numero.

POTENZIALE INESPRESSO - "Abbiamo giocatori che non hanno ancora espresso il loro potenziale".

GFVip cambia tutto: concorrenti sostituiti per soddisfare i fan del programma?
Nel giardino della Casa , Monte racconta di quel sogno premonitore fatto mesi prima che Cecilia entrasse al GF Vip . Un modo goliardico per fare gruppo, ma anche per innalzare gli ascolti, che sembrano andare sempre peggio.

MENTALITA' - "Vorrei un gruppo di personalità, ma la mentalità si costruisce con partite come quella contro il Liverpool, aiutano a crescere più in fretta". "Di sicuro è un giocatore per una grande squadra, per il Napoli, tanto per intenderci".

AMBIENTE SERENO - "La vigilia del match contro la Juventus è stata vissuta con tranquillità?" E' difficile giudicare se stessi. "Senza dimenticare la passione e l'entusiasmo della gente".

Farebbe il testimonial di Napoli? Vengo dal Nord, ma mi piacerebbe avere la cittadinanza sudista. E' una città bellissima e solare. Stamattina facevo il calcolo: ho passato due anni a Londra, uno e mezzo a Parigi e uno e mezzo a Monaco. "Mi sembrava di vivere indoor, di vivere al coperto".

Udinese col 4-4-1-1, potrebbe portarvi a cambiare qualcosa? L'Udinese ha la sua identità precisa, difende in maniera organizzata e sfrutta bene il contropiede. Kevin Lasagna è molto pericoloso in questo.

Su Mertens: "Ha margini di miglioramento anche lui". I margini ci sono per tutti. Due attaccanti forti, ma molto diversi caratterialmente.

"No, noi siamo concentrati sull'Udinese e poi se vinciamo possiamo preparare al meglio la partita di Champions". Mi piacerebbe che lui e Milik esprimessero il meglio partendo dall'inizio. "Si può sempre migliorare".

HAMSIK - "La sua metamorfosi da regista è compiuta". Credo che abbia fatto ottimi periodi di partita e paradossalmente meglio, come Milik, quando è entrato. E' nella sua natura il poter giocare anche in quella posizione lì. E' solo un problema di carattere mentale. Ma di adattamento tattico non ha bisogno di farlo perché è talmente intelligente. Meret ha l'ok dal punto di vista medico e deve solo adattarsi. Ha cominciato a fare le partitelle, credo sarà una questione breve. "Ha svolto un lavoro crescente, ma non al 100%".

MAGLIA 10 - "Sulla maglia numero 10 francamente non lo so. Ovviamente si può crescere". Nicolò Barella è da club importanti, quindi da Napoli. "E' un ottimo calciatore, è più forte di Ancelotti giovane".

Share