Carburanti, guida alle nuove sigle

Share

Da oggi al distributore cambiano i nomi dei carburanti. In ogni caso sarà molto difficile confondersi perché la nuova etichettatura affiancherà i nomi storici e "vuole essere semplicemente uno strumento visivo che aiuti i consumatori nella scelta del carburante appropriato per il proprio veicolo", si legge in un documento di Anfia, Up, Confindustria Ancma e Assopetroli. Ma è l'applicazione letterale del regolamento europeo 2014/94, recepito in Italia con un decreto legislativo del 2017. "Il cambiamento nasce anche dall'esigenza di rendere uniformi le etichette in Europa, evitando confusione nei rifornimenti tra un Paese e l'altro". Nel senso che bisogna proprio impegnarsi (forma diversa delle pistole, colori, tappi di sicurezza, ecc.) per mettere il gasolio nel serbatoio di un'auto a benzina o vicersa.

DOVE TROVARE LE SIGLE - La direttiva Ue richiede che le etichette vengano applicate su tutte le stazioni di rifornimento dell'UE e sui veicoli immessi sul mercato per la prima volta o immatricolati a partire da oggi, data in cui entra in vigore il nuovo provvedimento.

F1, Hamilton ha quasi vinto il suo 5° Mondiale
Hamilton porta a termine la sua cavalcata oramai mondiale, Bottas tiene a bada Verstappen che si accontenta del podio. Tuttavia, Vettel ha detto prima di lasciare Suzuka: " Non lascerò la Ferrari ".

Le etichette saranno apposte su una serie di veicoli che elenchiamo di seguito: ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli; autovetture; veicoli commerciali leggeri (furgoni); veicoli commerciali pesanti (camion); autobus. Sui veicoli le etichette si troveranno in prossimità del tappo o dello sportello del serbatoio e sul manuale d'uso e manutenzione.

Le etichette, come abbiamo detto, saranno obbligatorie sui veicoli di nuova produzione e sulle pompe di rifornimento di benzina, gasolio, idrogeno (H2), gas naturale compresso (Gnc), gas naturale liquefatto (Gnl), gas di petrolio liquefatto (Gpl). Sui modelli più recenti potranno anche trovarsi nel manuale elettronico incluso nel sistema di infotainment del veicolo. Sono a forma circolare per la benzina, quadrate per il diesel e a forma di rombo per i combustibili gassosi. Ancora da definire, invece, le etichette per i veicoli elettrici e ibridi che indicheranno all'utente le modalità di ricarica più adatte. La novità riguarda le stazioni di rifornimento ma anche le nuove auto.

Share