Caso Ronaldo, Juventus News: smarrite le prove d' accusa, i retroscena

Share

Tutto risale al 2009, con la giovane americana che accusa CR7 di violenza sessuale, con le indagini che sono state riaperte. Ora, a nove anni di distanza, la stessa Mayorga ha raccontato di aver taciuto per "paura di essere attaccata dai fan" del calciatore portoghese e di aver trovare il coraggio di uscire allo scoperto solo in seguito al movimento #MeToo.

Ma l'avvocato di Mayorga ha fatto anche altre rivelazioni.

Proprio mentre la notizia faceva il giro del mondo, Ronaldo è stato protagonista assoluto protagonista sul campo: prima ha firmato un autografo su una figurina Panini a un bambino che era riuscito a eludere i controlli della security, interrompendo il proprio riscaldamento, poi ha segnato la rete del raddoppio contro l'Udinese, suggellando il successo dei bianconeri piemontesi su quelli friulani.

Arrivabene è furioso: "Inaccettabile fare errori del genere"
Vettel e Raikkonen sono andati in Q3 con le intermedie quando c'era ancora la pista asciutta . La Ferrari ha appena vissuta una delle sue qualifiche peggiori dell'anno a Suzuka ( report ).

Cristiano Ronaldo accusato di stupro: nuovi aggiornamenti sulla delicata vicenda che vede per protagonista il fuoriclasse della Juventus.

Continua l'offensiva nei confronti di Cristiano Ronaldo, da parte dell'avvocato di Kathryn Mayorga. "Quando qualche giorno dopo ho sentito che la ragazza voleva denunciarlo sono rimasto scioccato - ha aggiunto l'autista -". E per sovraccarico non esistono più il vestito e la biancheria intima che la donna avrebbe indossato la sera del presunto assalto e che aveva consegnato alla polizia di Las Vegas, nel Nevada, come prova inconfutabile. Un gesto che Ruby non avrebbe apprezzato, tanto da restituire i soldi al campione "lanciandoglieli in faccia". Queste le sue parole: "La ragazza disse che Ronaldo era stato fantastico, che lei era stata bene".

"Servono prove e l'unica che abbiamo è che Ronaldo è uno straordinario calciatore", lo ha difeso ieri il premier portoghese Costa. Questi i punti principali sui quali si baserà la difesa di Cristiano Ronaldo. Un curriculum che invece l'avvocato della presunta vittima considera già macchiato: evocando dagli Usa - come scrive ancora il Sun - anche l'esistenza di una possibile seconda accusatrice per ora anonima disposta, pare, a venire alla luce.

Share