Di Maio: "Non c'è un piano B"

Share

A confermare senza se e senza ma la linea del Governo Conte è il vicepremier Luigi Di Maio, che a margine di una visita al Villaggio Coldiretti al Circo Massimo a Roma ribadisce la sua fiducia nelle previsioni sul Pil inserite nella NaDef: "Quello sarà il tasso di crescita e con quella crescita riusciremo a ripagare il debito e abbassare il deficit". Assicura che sull'uscita dall'euro "non c'è nessun piano B". "La più grande spesa -aggiunge -, quasi 12 miliardi, è per coprire i debiti di quelli che hanno governato fino a ieri: non aumenta l'Iva, e non è una cosa scontata perché quelli che governavano prima ci hanno lasciato un buco di 12 miliardi". Anche perché, diciamoci la verità, questa Europa qui tra sei mesi è finita.

"Sapere che avremo accanto il governo tedesco nella rifondazione, perché non è la ristrutturazione, dei centri per l'impiego e per le politiche attive per il lavoro dei giovani mi rincuora", ha detto in un altro passaggio dopo una bilaterale con il ministro del Lavoro Hibertus Heil. Il vicepremier infine ha ricordato che alle europee di maggio 2019 "ci sarà un terremoto politico" che avvantaggerà l'Italia. E questo significa che finalmente molte delle istanze che sono state tradite e ignorate arriveranno al Parlamento europeo con il triplo, con il quadruplo della forza che hanno avuto in questi anni. Ogni mattina ci sono persone che si alzano e sperano che questo Governo cada il prima possibile. Ma poi, poco dopo, tramite un post su Facebook ha deciso fare una precisazione: la messa al bando delle "spese immorali" riguarda unicamente il gioco d'azzardo.

Il brasiliano Paquetà al Milan per 35 milioni: arriverà a gennaio
Il talento 21enne è stato strappato alla concorrenza del PSG e del Barcellona , entrambe fortemente interessate al ragazzo. E Leonardo ha incontrato anche l'agente Eduardo Uram.

Infine nella legge di Bilancio "non c'è e non ci sarà nessun taglio a sanità, istruzione e cultura".

"Sono sicuro che nel confronto con l'Unione europea e anche con i mercati, con un proficuo dialogo, potremo spiegare la bontà Manovra, che non vuol far saltare i conti, ma va spiegata bene perché questo Governo in tutto il mondo è descritto come un governo di incompetenti o che vuole male all'Italia, invece vogliamo il bene degli italiani".

Share