Draghi sulla manovra italiana: "fondamentale rispettare le regole"

Share

Se le decisioni del governo italiano dovessero portare ad uno scontro e soprattutto ad un ulteriore perdita di fiducia da parte degli investitori non ci sarebbe molto da fare per la BCE. Sul resto, sembra che la strada della BCE non subirà deviazioni: addio al Qe da gennaio in poi, reinvestimenti dei bond in scadenza con modalità da decidere a dicembre. Il presidente BCE ha citato il Belpaese come Brexit e guerra commerciale, fra le "incertezze" per lo scenario economico dell'Eurozona. Sullo spread dei titoli di Stato italiani che è salito negli ultimi sei mesi ha detto che come prima risposta ai mercati "bisogna farlo scendere".

Il tema sarà pure "fiscale e non di politica monetaria", come dice il presidente Mario Draghi, ma il 'caso Italia' Italia domina la scena a Francoforte. Il governatore della BCE si dice "fiducioso che un compromesso si possa raggiungere", ma sui contenuti si allinea a quanto affermato dal commissario Valdis Dombrovskis, "dobbiamo applicare le regole di bilancio, ma stiamo anche cercando il dialogo". Nella riunione odierna il Consiglio direttivo ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% ed a -0,40%. L'ad di Mediobanca Alberto Nagel sceglie una metafora calcistica per descrivere il futuro della Bce senza Mario Draghi. "Problema facilmente risolvibile, col fatto che noi nel contratto abbiamo inserito chiaramente che non vogliamo uscire dall'euro".

Serie A, Gattuso respira: la partita dei ribaltamenti va al Milan
La nostra non è una squadra che difende individualmente a campo aperto, oggi si è verificato. Abbiamo abbinato grinta e qualità di gioco, la grinta non basta contro questa Sampdoria .

Luigi Di Maio, comunque, ha ribadito che la manovra non cambierà. "I mercati quindi non devono avere questi timori e faremo in modo di rappresentare la nostra posizione di restare nell'euro e nell'Unione Europea in tutte le sedi istituzionali competenti", conclude il ministro.

Oggi lo spread tra Btp e Bund si riporta stabilmente sopra la soglia dei 310 punti base, con oscillazioni attorno a 313 punti.

Share