E Fedez "chiude" (per qualche minuto) il suo Instagram

Share

Tutti quelli che si sono sentiti indignati sappiate che la spesa e il cibo domani verrà donata ai più bisognosi.

"Difendiamo la libertà di Fedez e della Ferragni di festeggiare le loro feste di compleanno dove meglio credono e troviamo fuori misura gli attacchi ricevuti per un lancio di lattuga, per il quale, peraltro, il rapper ha chiesto già scusa" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

A nulla sono valse le scuse di Fedez che rendendosi conto in real time (la coppia vive postando ogni secondo della propria vita, sicché il termometro delle reazioni è immediato) dei commenti social, ha cercato di giustificare la situazione e il fine nobile ("Tutto quello preso è stato regolarmente pagato e quello sprecato dato in beneficenza), perché il popolo del web l'ha trovata una scusa "paracula", tra l'altro, a ben vedere le Instagram Stories, accampata in due minuti con l'aiuto della mamma-manager-, accorsa a salvare la faccia della coppia".

F1 | Ferrari, Raikkonen celebra il successo di Austin: "Abbiamo vinto tutti insieme!"
L'altra Red Bull di Max Verstappen scatterà nella pancia del gruppo, a causa di un danno rimediato dall'olandese nella Q1. Il britannico cerca di chiudere, ma Kimi tira la staccata e si infila in testa nella prima curva.

Dopo la pubblicazione dei momenti salienti della festa sulle rispettive storie di Instagram, diversi fan sono insorti contro la coppia, non tanto per lo sfoggio, quanto per lo spreco. "Io e Chiara capiamo l'influenza che abbiamo sulle persone, ma vi assicuro - ha concluso Fedez - che non è una festa per esprimere opulenza, ma è stata solo una cosa simpatica per me".

La festa a sorpresa organizzata da Chiara Ferragni per il compleanno di Fedez all'interno di un noto supermercato milanese ha suscitato non poche polemiche. L'unica storia di spreco che che avete visto è la mia e me ne assumo le responsabilità. Se l'indignazione e la morale facile arrivano da una foglia di lattuga e un panettone che ho lanciato, mangerò la foglia di lattuga e mi porterò il panettone a casa.

Solo qualche giorno aveva spiegato che (forse) era sbagliato condividere tutto - ma proprio tutto - sui social. So che tutte le testate diranno che 'abbiamo sprecato in barba alla fame nel mondo'. Detto questo starò tutta la sera a vigilare che nessuno sprechi cibo. "Ma non capisco. Ma perché?" si sorprende il cantante. Che poi ha fatto mea culpa: "Probabilmente la location non è stata la scelta migliore perché ci sono stati episodi di goliardia". Così riporta VanityFair, un cui inviato si è recato in visita allo store. Aggiungendo: "Ci hanno contattato loro. Hanno affittato lo spazio, dietro un pagamento che copre anche tutto il cibo consumato o toccato".

Share