Ecco la campagna social dei No Tap per le dimissioni del M5S

Share

In ballo ci sono numeri che si avvicinano a quelli di una manovra economica. "Abbiamo valutato se tutte le autorizzazioni fossero state emesse a norma di legge". "La valutazione fatta dal Ministero dell'Ambiente- conclude Costa - esula dal mio pensiero personale e dal mio convincimento politico, se l'opera sia giusta o no. Ma nella fase attuale ogni valutazione da parte del Ministero deve essere fatta solo ed esclusivamente sulla base del principio della legittimità degli atti e non sul merito tecnico dei medesimi in quanto non consentita dall'Ordinamento". Cosi' il vicepremier e ministro dell'interno, Matteo Salvini, in una nota, dopo il via libera alla prosecuzione del progetto Tap. Ma questo è scomparso dal mondo dell'informazione", scrivono i No TAP su Facebook; "Non potete nascondervi dietro una frase 'sono No Tap' e dicendo che le autorizzazioni date sono legittime, di fatto, scaricando le responsabilità ad altri.

Fino a pochi mesi fa, quando ancora il capo del governo era Paolo Gentiloni, avevamo alla guida del nostro Paese politici che non solo hanno accettato di perdere la sovranità monetaria - alla quale si può pure rinunciare a patto che se ne tragga vantaggi così importanti da giustificare la rinuncia alla più importante delle funzioni di un Paese sovrano - ma hanno anche subito senza batter ciglio, con la testa china, le più pesanti umiliazioni perdendo per sé, e, in quanto ci rappresentano, facendo perdere anche a noi, il rispetto e la dignità.

Il lavoro di valutazione, spiega Costa, e' durato ininterrottamente per piu' giorni, durante i quali sono state esaminate oltre mille pagine di documenti e c'e' stata anche una nuova interlocuzione con Ispra su alcuni aspetti delle varie fasi della procedura. Prima, però, una precisazione: "È bene sottolineare che parliamo di un procedimento già autorizzato e concluso nel 2014, su cui si è espresso il Consiglio di Stato con sentenza 1392 del 27 marzo 2017 confermandone definitivamente la legittimità" ha ricordato il ministro Costa. In questo percorso, nella fase finale, è arrivato il nostro governo. "La battaglia continua su tanti tavoli - hanno scritto gli attivisti - dal territorio all'Europa".

Nel pomeriggio a Melendugno è prevista un'assemblea pubblica degli attivisti mentre domattina davanti alla Torre di San Foca, nel punto in cui approderà il terminale del metanodotto, ci sarà una manifestazione di protesta indetta dal movimento. E a noi del M5s non hanno mai fatto leggere alcunché.

La Juventus saluta Marotta: le strade si separano ufficialmente
Marotta vorrebbe far crescere Steven Zhang , ormai imminiente alla carica di presidente dell'Inter all'età di soli 26 anni, proprio come Andrea Agnelli riproponendo il modello Juventus .

Sembra, dunque, stante le dichiarazioni del ministro che il governo si prepari a dare il via definitivo all'infrastruttura contestata.

Dichiarazione del presidente di Noi con l'Italia, on. Ovvero, un verdetto che si conosceva per lo meno dal 2015, quando anche il MoVimento 5 Stelle era venuto a conoscenza delle firme sugli accordi, ma che i grillini hanno finto di non sapere mandando anche il meraviglioso Alessandro Di Battista a dire che la TAP si poteva fermare in due settimane. I cittadini hanno creduto in loro votandoli e oggi sono loro sono proprio quei Ministri che, con quei voti, chiudono l'iter approvativo dell'opera.

"Oggi ho trasmesso al premier Giuseppe Conte le valutazioni di legittimità svolte dal ministero dell'Ambiente sulla Valutazione di impatto ambientale rilasciata dallo scorso governo sul progetto Tap".

Share