Genoa, Perinetti: "Piatek via a gennaio? Non se ne parla nemmeno"

Share

L'attaccante classe 1995 arrivato al Genoa in estate ha stupito tutti con un inizio di stagione super e adesso non sembra avere nessuna intenzione di fermarsi.

"La serenità. Soprattutto nell'ultimo periodo, dove più o meno tutti i giorni è al centro delle attenzioni mediatiche, mi ha colpito la maturità".

Lo ha detto il direttore generale del Genoa, Giorgio Perinetti, a Tmw. Ha offerto prima 25 milioni, poi visto che Piatek continuava a segnare, ha fatto un rilancio da 30-35 milioni.

Voto in Baviera: crollo di Csu ed Spd, Verdi secondo partito
Alle urne si è registrata una affluenza molto alta, con il 72,5% della partecipazione, rispetto al 63,6% del 2013. Parla invece di un "risultato storico" la candidata dei Verdi Katharina Schulze .

"Una sorpresa? Non proprio. Insigne? Sull'azzurro ci sono top club come Barcellona, Liverpool e PSG".

Anche la Roma si inserisce nella corsa per Piatek. Naturale come abbia parlato del suo stato di forma e del suo momento che sta portandolo sulla bocca di tutti i club principali europei: "In Italia vivo il calcio in modalità veloce, anche se parliamo sempre di uno sport uguale dappertutto - ha spiegato nella breve intervista - Il ritmo delle partite è diverso, mi sta capitando tutto in fretta". Il dirigente del Genoa poi prosegue: "Il colpo migliore di Piatek?". Diciamo che la sua qualità migliore non è un colpo: lo smarcamento.

"Dirigenti tedeschi e spagnoli a Marassi". Quotazione tra i 40 e i 60 milioni? "Il prezzo lo faranno la consistenza delle varie offerte e la concorrenza".

Share