Il capo dell Interpol è scomparso durante un viaggio in Cina

Share

Meng Hongwei, 64 anni e residente a Lione, si trovava in viaggio nel Paese di origine, dove in passato ha ricoperto la carica di viceministo. Secondo quanto emerso da una fonte rimasta anonima e citata da South China Morning Post, il presidente dell'Interpol sarebbe stato "prelevato" la scorsa settimana dall'autorità al suo arrivo in Cina, anche se non risulta chiaro il motivo per il quale sarebbe stato bloccato all'ingresso nel suo Paese e soprattutto dove si trovi attualmente. Sua moglie ha detto di non averlo né sentito né visto da allora.

Nel novembre del 2016 Hongwei Meng era subentrato alla francese Mireille Ballestrazzi alla guida dell'organizzazione per la cooperazione di polizia con sede a Lione, che interpellata in merito alla vicenda ha fatto sapere di non voler commentare e ha aggiunto che il caso è di pertinenza "delle autorità competenti in Francia e in Cina". Dopo la diffusione dell'indiscrezione da parte dell'emittente francese Europe1, è arrivata la notizia dell'inchiesta da fonti di polizia. Il 64enne Meng, che è anche viceministro della Pubblica Sicurezza, è stato fermato "appena è atterrato in Cina".

Gattuso: "Il ritorno di Ibrahimovic? Siamo lontani, vedremo"
Nel primo tempo l'attacco alla porta non era mai convincente, il vero problema è stato questo. È un giocatore che ha delle caratteristiche molto particolari.

Ricevi aggiornamenti su Scompare in Cina il presidente dell'Interpol.

All'epoca della nomina, organizzazioni per i diritti umani come Amnesty International avevano espresso preoccupazione per il fatto che Pechino potesse usare l'Interpol per arrestare i dissidenti e i rifugiati all'estero. Il suo mandato all'Interpol terminerà nel 2020.

Share