Io.italia.it, ecco l'app contro le truffe sul reddito di cittadinanza

Share

Cunsolo ha infine sottolineato i rischi applicativi del reddito di cittadinanza per i lavoratori impiegati nei settori merceologici non coperti dalla contrattazione collettiva o per quelli impiegati in aziende che non applicano alcun contratto collettivo di lavoro.

Patuanelli ha spiegato che "la nostra intenzione è cercare di partire con il reddito di cittadinanza e quota 100 dopo il primo trimestre", non chiudendo la porta neanche all'ipotesi di uno slittamento verso l'estate. Ci sono lavori socialmente utili anche nel settore dell'ambiente e del territorio, come la tutela delle aree protette e dei parchi naturali o anche la raccolta differenziata.

Ma l'app in questione servirà anche per richiedere e conservare documenti e certificati, effettuare e ricevere pagamenti e molto altro. I cittadini italiani stimati in queste fasce, ovvero attualmente privi di fonti di guadagno o che sono al di sotto della soglia di povertà, sono ben 9 milioni. Le rilevazioni che in questi giorni si accavallano, ovviamente in vista dell' attivazione del nuovo strumento, sull' erogazione dei sussidi e delle agevolazioni già previste dalle leggi attuali, dipingono uno scenario in cui il timore di regalare soldi a un esercito di fannulloni e di evasori è praticamente una certezza, scrive Libero.

Nadia Toffa "Il cancro è tornato, la battaglia continua"
Nella puntata in onda sabato 13 ottobre l'inviata e conduttrice de Le Iene ha svelato di essere stata operata di nuovo lo scorso marzo .

Il dato farebbe aumentare il potenziale della crescita del Pil: "Il Pil potenziale, poi, a sua volta, incide su una misura cara all'Europa, il cosiddetto "output gap", che serve a determinare l'unico indicatore che Bruxelles guarda: il deficit strutturale".

Il discorso potrebbe sembrare incoerente: il reddito di cittadinanza, oltre a fornire un sostentamento economico, favorisce l'inserimento nel mercato del lavoro attraverso l'iscrizione a Centri di impiego.

A tal proposito è interessante capire quali attività potrebbe dover svolgere chi beneficia del reddito di cittadinanza. Per convincere i Neet a iscriversi ai Centri per l'impiego, tuttavia, sarebbe necessario che incassassero il reddito, ma i 7 miliardi finora stanziati sono insufficienti a coprire tutta la platea. In Italia, infatti, secondo le recenti stime dell'ISTAT la soglia di povertà è fissata a 780 euro, variabili in base ai componenti del nucleo familiare. Si tratta di un termine certamente parlante, ma che nelle statistiche viene sostituito con Neet.

Share