Jamal Khashoggi, la Turchia ha chiesto all’Arabia Saudita di perquisire consolato: "Riyad…"

Share

I suoi resti sarebbero quindi stati portati fuori nascosti dentro un minivan nero.

Ucciso da un commando di 15 persone e fatto a pezzi con una motosega all'interno del consolato dell'Arabia saudita ad Istanbul, in Turchia, due ore dopo esserci entrato per prelevare il nulla osta al suo matrimonio. La pista battuta sarebbe quella dell'"omicidio premeditato", a detta di fonti investigative interpellate dal Washington Post e dal New York Times, oltre che da vari media turchi e mediorientali: Ankara sarebbe certa che la morte di Khashoggi sia avvenuta poco dopo la sua entrata nel consolato, dove aveva un appuntamento per ottenere il divorzio. Resta da chiarire, si legge sul giornale, come il governo turco sia giunto alla conclusione che Khashoggi sia stato ucciso. A riferirlo sono fonti diplomatiche turche che avevano già diffuso la notizia di primi contatti tra i due governi durante i quali Ankara ha chiesto "piena collaborazione nelle indagini".

Nella stessa giornata, il quotidiano Sabah, molto vicino al governo turco, ha pubblicato alcune immagini prese dalle telecamere di sorveglianza del controllo passaporti all'aeroporto Ataturk di 15 agenti dei servizi sauditi arrivati a Istanbul lo stesso giorno della scomparsa del giornalista e sospettati dell'omicidio di Khashoggi. Il mezzo avrebbe percorso circa 2 chilometri per poi essere parcheggiato in un garage nella residenza del Console saudita. La maggior parte di loro ha soggiornato presso il Wyndham Grand Hotel e il Movenpick Hotel, entrambi vicini al consolato saudita. "Il vice ministro degli Esteri, Sedat Onal, ha invitato ieri l'ambasciatore saudita al ministero - ha detto una fonte diplomatica citata dall'agenzia di stampa ufficiale turca Anadolu - Gli abbiamo manifestato le nostre aspettative riguardo a una piena cooperazione durante le indagini". Ma Erdogan non ci crede, e chiede a Riad di fornire delle prove che dimostrino che il reporter lo scorso 2 ottobre è uscito liberamente dal consolato.

Grande Fratello Vip: Lory Del Santo ci sta provando con Elia Fongaro?
Ero molto legato a Loren , lui mi ha fatto sentire parte della famiglia e non mi ha mai giudicato per la differenza di età. L'attrice è attualmente all'interno della casa del Grande Fratello Vip , con tutte le polemiche connesse a tale scelta.

Intanto la fidanzata di Khashoggi ha lanciato un disperato appello al presidente Donald Trump e alla first lady Melania. Ricordando che il fidanzato si è sempre "battuto per i suoi principi", la donna ha detto di "avere fiducia nelle capacità dei funzionari del governo turco".

Il giornalista del Washington Post e voce critica rispetto al principe ereditario Mohammed bin Salman, sarebbe dunque stato ucciso all'interno del consolato di Riad a Istanbul. Ma più passa il tempo più le speranze di vederlo vivo si riducono al lumicino. Sarebbe morto così il giornalista dissidente saudita Jamal Khashoggi, l'ex consigliere del governo saudita le cui posizioni erano ormai apertamente critiche nei confronti del principe Mohammed bin Salman: che accusava di aver avviato una nuova era di "paura, intimidazione, arresti".

Share