La Gendarmeria francese è accusata di scaricare migranti sul confine italiano

Share

Lo riferiscono all'Ansa fonti del governo francese in merito al presunto sconfinamento della Gendarmeria che avrebbe lasciato dei migranti in Italia.

Torino - È accaduto venerdì scorso, in pieno giorno.

"Mi auguro si sia trattato di un errore di chi era alla guida, altrimenti si tratterebbe di un fatto gravissimo di violazione delle regole internazionali", ha commentato all'Adnkronos il sindaco di Claviere, Franco Capra. Mercoledì scorso era stata sgomberata la chiesa di Clavière occupata dagli antagonisti che vi avevano realizzato un ricovero per i migranti che tentano di raggiungere la Francia, ribattezzato "Chez Jesus". "Abbandonare degli immigrati in un bosco italiano non può essere considerato un errore o un incidente". Undici anarchici, per la maggior parte di nazionalità francese, sono stati identificati.

Salvini ha poi aggiunto: "Per la civile Parigi è normale scaricare delle persone nei boschi?". Perché i francesi parlano di gendarmi che non conoscevano la strada, se poi il furgone è rientrato nel proprio paese a gran velocità e senza esitazioni? "Andremo fino in fondo", ha concluso il ministro.

Barcone in panne: Malta, 'nessuna nave disponibile'
Siamo felici di apprendere che, dopo una notte di monitoraggio e segnalazioni, queste persone siano in salvo in Italia. A bordo c'erano due bambini, arrivati in buone condizioni con le rispettive madri, entrambe in giovane età.

"Non accettiamo le scuse della Francia".

Ma la tensione resta alta lungo tutto il confine: a Ventimiglia - nella zona che divide la Costa azzurra dalla Liguria - un camion adibito al trasporto dei cavalli è stato fermato con 15 migranti, quasi tutti siriani arrivati in Italia passando per la Bosnia. Il fatto è stato filmato dalla Digos, che ha già consegnato il documento alla procura di Torino, che ha avviato le indagini. Analogo passo formale, al fine di chiarire i termini precisi dell'accaduto, è in corso da parte del nostro Ambasciatore a Parigi con le competenti autorità francesi. "Appena stabilità la realtà dei fatti, la Farnesina ne darà completa informazione pubblica". "Siamo di fronte a una vergogna internazionale, e il signor Macron non può far finta di nulla", ha continuato Salvini, che si chiede "chi erano, da dove venivano e perché sono stati abbandonati questi immigrati?".

È evidente come lo sconfinamento del furgone della Gendarmerie rischia ora di alzare di nuovo un polverone sulla rotta Parigi-Roma: inevitabile intanto l'intervento del Ministro Salvini che con Macron il dente avvelenato ce l'ha da tempo. "Scaricano gli immigrati in Italia?". Il Viminale richiede chiarezza su quanto sta avvenendo al confine: di certo due "sconfinamenti" francesi in pochi mesi rappresentano un guaio bello grosso per il rapporto, già complesso, tra i due Paesi "cugini".

Share