La puntata - Grande Fratello Vip, top e flop della terza puntata

Share

Se l'anno scorso, infatti, a movimentarci le giornate (e le prime serate) c'erano Cristiano Malgioglio e i suoi screzi con 3/4 della casa - da Simona Izzo, con i suoi interrogativi a sfondo sessuale, a Marco Predolin, che voleva bruciare il paroliere "su un rogo, come Giovanna D'Arco" - quest'anno nessuno dei protagonisti pare in grado di raccogliere degnamente il testimone.

Al di là di ciò, lo stesso Silvestrin non sembra felice dell'immagine di se che sta facendo trapelare e per la quale incolpa in parte il sistema televisivo. "Loro hanno in mano il mio destino; loro decidono se io ne devo uscire bene o male, e questo non mi va". Allo stesso modo ha spiegato di avercela con lui per aver parlato di una notte con Moana Pozzi in modo indelicato, senza pensare al fatto che lei non c'è più e che i genitori sono costretti a sentire da lui simili cose. Gliel'ho già detto, basta - ha sbottato l'ex tronista riferendosi al cantante - "Se una persona con 35 anni più di me non riesce a capire che una roba portata allo sfinimento rompe le scatole, non te lo vengo a dire più, punto", concludendo che ha intenzione di cambiare atteggiamento per mettere un limite al suo comportamento, giudicato inopportuno e insensibile.

Renzi, non mi candido a segreteria Pd
Costanzo: "In anteprima alcuni passaggi di " Firenze, secondo me " un documentario che vedrete poi in una rete Mediaset...ma quanto ti è piaciuto farlo?"

Se la prima settimana l'ha trascorsa da "Georgie dolce Georgie", questa - sempre per restare in tema cartoon - l'attrice ha virato più verso l'action di "Occhi di gatto". "E' una mia caratteristica, qualcosa che mi viene in automatico".

Evidentemente i reality show non devono fare per Valerio Merola.

Share