Le novità sull’accusa di stupro a Ronaldo

Share

Ad accusare Ronaldo è Kathryn Malorga, all'epoca modella di 25 anni che ha accettato di raccontare la vicenda allo Spiegel confermando quando ricostruito dai giornalisti tedeschi sulla base dei documenti. L'attaccante portoghese ha respinto tutte le accuse con un comunicato: "Nego fermamente".

Nella documentazione pubblicata dal settimanale tedesco ci sono anche alcuni scambi di email e messaggi tra il calciatore e il suo staff legale nel quale si ricostruisce la versione del portoghese sui fatti di quella notte.

Cyberattacco da Mosca, Olanda espelle quattro 007 russi
Si tratta di un tipo di attacco, che se venisse confermato, sarebbe più grave di quelli che puntano sulle intrusioni software.

Kathryn Malorga ha spiegato di aver deciso di denunciare oggi Ronaldo perché allora temeva il caos che sarebbe seguito a una sua denuncia e perchè sotto choc: un trauma superato solo con l'ausilio di supporti psicologici. Nello stato del Nevada (dove di trova Las Vegas), non c'è prescrizione per le accuse di stupro e quindi il team di avvocati di CR7 dovrà certamente tornare sulla questione.

Dopo aver definito le accuse nei suoi confronti "fake news" in un video pubblicato su Instagram, Ronaldo ha pubblicato due messaggi su Twitter negando nuovamente le accuse nei suoi confronti e dicendo di avere "la coscienza pulita" e per questo la tranquillità di attendere la fine di ogni eventuale indagine sul quanto successo. Lo scorso 4 ottobre due colossi come Nike ed EA Sports si sono detti "profondamente preoccupati" della situazione. "Abbiamo letto allarmanti articoli che riportano le accuse contro Cristiano Ronaldo". A tal proposito il giornalista di Repubblica scrive: "Nella sua testa continua a circolare la convinzione che tutto quello che sta accadendo (i premi negati, la storia dello stupro, l'espulsione di Valencia, gli sponsor in fuga) stia prendendo i contorni del complotto (e a tirar le fila sarebbe Perez, manco a dirlo) e insomma di serenità addosso ne ha poca". Dopo aver annunciato in una nota ufficiale "di voler monitorare la situazione" intorno all'accusa di stupro verso il portoghese, l'azienda ha cancellato dal proprio sito ufficiale l'immagine di Cristiano Ronaldo.

Share