L'omicidio Kahshoggi era premeditato, lo ammette Riad

Share

Pezzo dopo pezzo, continua a venire giù il muro di menzogne dell'Arabia Saudita sull'omicidio del giornalista dissidente nel suo consolato a Istanbul.

Un procuratore saudita ha confermato che l'omicidio di Jamal Khashoggi è stato premeditato. Lo ha detto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu.

Il presidente Trump è stato informato giovedì 25 ottobre dalla direttrice della Central intelligence agency (Cia), Gina Haspel, sull'indagine relativa alla morte del giornalista saudita Jamal Khashoggi: lo ha detto la portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders.

Secondo dei responsabili turchi, Khashoggi è stato ucciso da una squadra di 15 agenti venuti appositamente a Istanbul da Riyad.

S&P conferma il rating Italia, ma taglia outlook da stabile a negativo
In parallelo Fitch ha confermato il rating AA sull Regno Unito , cambiando la prospettiva in negativo . Standard & Poor's " non si aspetta più " che il debito italiano rispetto al pil continui a calare.

Il principe ereditario dell'Arabia Saudita, Mohammed bin Salman, ha dichiarato che il regno vivrà una cambiamento radicale nei prossimi cinque anni. Le autorità turche, invece, rilasciano nuovi elementi. Concedendo a Salah di espatriare bin Salman spera così di sopire le critiche internazionali, nel giorno in cui a Riad si è conclusa la "D avos del deserto", la grande conferenza economica organizzata dai sauditi che è riuscita a incassare 56 miliardi di dollari di accordi commerciali, nonostante il boicottaggio di tanti grossi soggetti della finanza e dell'imprenditoria mondiale.

La notizia, che trapela dall'agenzia di stampa ufficiale turca Anadolu, che cita fonti della sicurezza, spiega nel quadro dell'inchiesta della Procura di Istanbul che sono state visionate duemila ore di immagini registrate da 137 telecamere di sorveglianza collocate in 62 punti diversi.

Gli eurodeputati hanno anche chiesto sanzioni mirate, incluso il blocco dei visti e il congelamento degli asset delle personalità coinvolte: misure queste più probabili, dopo che Usa e Gran Bretagna avevano già bloccato i visti di 21 sospetti. Una persona, a conoscenza del contenuto della registrazione, l'ha definita "convincente" e in grado di mettere ulteriore pressione su Washington affinché chieda conto a Riad della morte del giornalista.

Share