Manovra, Conte: fiducioso, ma lasciateci confrontare con Ue

Share

Mentre si avvicina la scadenza, entro la mezzanotte di lunedì, per l'invio del documento programmatico di bilancio all'Ue, i due azionisti dell'esecutivo gialloverde trattano a oltranza sui punti cardine della politica economica del governo.

"Chi ha sbagliato dovrà pagare".

Il premier Conte torna a dirsi "fiducioso" sulla manovra. Se il Premier intendeva dire che quindi ci saranno più offerte lì dove c'è maggiore disoccupazione, come il Sud del Paese, questo non è chiaro, ma aggiunge: "se realizzato male, il reddito di cittadinanza può essere frainteso e percepito come sussidio assistenziale". "Faremo tesoro anche di qualche innefficienza che si e' realizzata in Germania", ha risposto il presidente DEL Consiglio a chi gli chiedeva un giudizio sul modello tedesco. Intesa in questi termini sarà una riforma essenziale per la crescita. Quanto alla riforma fiscale, "non la possiamo attuare tutta in un tratto, interveniamo con la manovra già in maniera significativa, ma sulla pressione dobbiamo lavorare perchè il livello non è ancora soddisfacente".

Giornalista saudita scomparso, il governo turco: "C'è video uccisione"
L'impressione è che di questa intesa perfetta, a parte l'industria bellica americana, si sia giovata più la corona saudita che la Casa bianca.

Il presidente del Consiglio ha rivelato di aver parlato nei giorni scorsi, tra gli altri, con la cancelliera tedesca Angela Merkel e di aver fissato un bilaterale prima del vertice europeo del 17 e 18 ottobre, e così annuncia di voler fare anche con Macron e gli altri leader.

"Fino adesso questo non c'è ancora stato, perché con le istituzioni europee e con i nostri interlocutori europei non ci siamo ancora seduti ad un tavolo - ha aggiunto il premier -".

Share