Mara Venier terrorizzata da suo marito, ecco tutta la verità

Share

L'amatissima zia della tv in una intima intervista alla scrittrice Maria Venturi ripercorre la sua carriera e la sua movimentata vita privata.

La presentatrice di Domenica in, Mara Venier non ha paura di ammettere di avere avuto dei dubbi sul suo attuale marito.

Con l'andar del tempo, tutto è cambiato: "Lui rimane il punto fermo della mia vita, anche se non rinnego anche le altre relazioni". Sposati dal giugno 2006, Mara e Nicola sono una coppia davvero felice, ma non chiedete alla conduttrice quale sia il segreto del loro matrimonio: "Non è un segreto, è fortuna: quella di stare bene insieme, avere una totale fiducia reciproca, frequentare oppure evitare lo stesso genere di persone".

Le bimbe di Giulia De Lellis hanno eliminato Lisa Fusco dal GFVip3
Insomma, come ha detto lo stesso Maurizio Battista dentro la Casa di Cinecittà la Del Secco "ha creato un personaggio e lo vive". In tanti l'avevano accusata, addirittura, di non essere stata presente per paura di essere esclusa dal Grande Fratello Vip .

Soltanto ieri vi abbiamo dato conto dello scambio di frecciatine a distanza tra Mara Venier e Barbara D'Urso con l'intervento di Nicola Carraro a difendere la moglie quando un utente aveva definito le conduttrici 'due bimbe dell'asilo'. "Il primo amore della mia vita". "Lo amo perché siamo sopraffatti dai problemi e del tutto incompatibili, e questo appaga la mia smania di sofferenza" ha infatti raccontato Mara. "Poi è arrivato Pier Capponi e il secondo matrimonio con Jerry Calà". Mara ha infatti raccontato della fine della sua storia con il musicista ricordandolo come un periodo alquanto infelice: "Tutto strillato in copertina. Non esiste sentimento, sofferenza, umiliazione, colpo basso che mi sia stato risparmiato".

Infine la 67enne veneziana si è concentrata sull'aspetto professionale e soprattutto su Domenica In: "Aspettavo con il cuore in gola che uscissero i dati dell'audience, ma senza gelosie". Sapevo di essere amata, ho sempre sentito l'amore della gente. "L'antagonismo non ha mai fatto parte di me, mi sono sempre mantenuta da sola e lavorare bene significava solo il rinnovo del contratto".

E' tutto quello che ha passato che l'ha resa una donna eccezionale.

Share