È morto l'attore Gilberto Idonea: aveva 72 anni

Share

Un lunghissimo applauso ha salutato l'uscita del feretro del grande attore dalla chiesa di Santa Maria della Guardia.

Si è spento all'età di 72 anni l'attore siciliano Gilberto Idonea.

Un lunghissimo applauso delle oltre mille persone presenti ha salutato, in piazza Santa Maria della Guardia, l'uscita dall'omonima chiesa del feretro di Gilberto Idonea.

Gilberto Idonea a Catania era considerato uno degli eredi di Angelo Musco.

Diversi anni fa aveva dato vita, nel quartiere della Civita, al Teatro Delle Arti, un esperimento estremamente positivo di polo culturale autenticamente popolare, vicino alla gente.

Ciclismo ancora sconvolto: morto Jimmy Duquennoy
La WB-Aqua Protect-Veranclassic scrive sui social: "Abbiamo appreso stamane la terribile notizia della morte di Jimmy Duquennoy ". Jimmy è morto improvvisamente venerdì sera, a casa sua. "Aveva 23 anni, era un giovanotto gioviale, gentile e aperto".

Nel 70º anniversario della scomparsa di Angelo Musco, ha presentato un spettacolo in omaggio al grande comico catanese dal titolo "One man show" che partendo dal Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania è stato poi presentato anche in diversi teatri americani.

Il suo debutto nel mondo del cinema è avvenuto nel 1978 nel film "Turi e i paladini", e da quel momento la carriera dell'attore catanese è stata costellata di innumerevoli partecipazioni in spettacoli e pellicole cinematografiche di successo. Lo ricordiamo per varie sue interpretazioni tra le quali Malèna di Giuseppe Tornatore con Monica Bellucci, La donna del treno di Carlo Lizzani, Nati stanchi di Ficarra e Picone.

Protagonista di diverse serie televisive, Gilberto Idonea si è fatto notare soprattutto ne "La Piovra 8-Lo scandalo" e anche ne "La Piovra 10", di cui è stato coprotagonista nel ruolo dell'avvocato Rittone.

A un anno dal debutto nel suo "One Man Show" è tornato il 9 novembre al Bellini con "La finestra", un lavoro di impegno civile scritto dai giornalisti palermitani Felice Cavallaro e Filippo D'Arpa.

Share