Napoli, Milik rapinato dopo la partita: è stato minacciato con una pistola

Share

D'improvviso, una moto di grossa cilindrata gli si è fermata davanti tagliandogli la strada. Poi hanno estratto una pistola e l'hanno minacciato, intimandogli di dare loro il suo orologio: un Rolex modello "Daytona" dal valore di 7mila euro.

Non ha fatto gol in campo, ma è stato comunque al centro di mille attenzioni in campo e fuori. I due rapinatori sono giunti in sella a uno scooter e con il volto travisato dai caschi integrali. La brutta vicenda si è verificata nella notte fra mercoledì 3 e giovedì 4 ottobre, in quel di Giugliano, cittadina in provincia del capoluogo campano. Si tratta di una zona periferica molto isolata. A parlare ai microfoni di Radio Marte nel corso della trasmissione "Si gonfia la rete" il questore di Napoli, Antonio De Iesu: "Purtroppo - spiega - il primo obiettivo degli scippatori l'orologio, il secondo è l'iPhone".

Due casi di colera a Napoli: contagiati mamma e figlio
Immediatamente è stata allertata la Asl competente e sono state attivate tutte le procedure previste dai protocolli". Nell'ospedale Cotugno a Napoli sono stati registrati due casi di colera .

Notte di paura per Arkadiusz Milik. Tuttavia, dopo il big match, è accaduto un episodio spiacevole. Già, perché di sicuro, il Rolex rappresenta per Milik un bene materiale che può essere senz'altro sostituito.

Share