Ossa in Nunziatura a Roma, forse di Emanuela Orlandi

Share

I magistrati di piazzale Clodio hanno avviato una serie di accertamenti tecnici per capire a chi cercare appartengano questi resti e, in particolare, se abbiano una compatibilita' con il Dna di Emanuela Orlandi o Mirella Gregori, le due 16enni scomparse a Roma nel 1983. Lo apprende l'ANSA. Allo stato attuale non è ancora certo a che epoca risalgano i resti e se riguardino una sola persona. In passato, spiega ancora l'agenzia, si sarebbero verificati altri episodi analoghi. In particolare si stanno eseguendo comparazioni sul cranio e sui denti. Allo stato attuale, spiega il Vaticano, il procuratore capo di Roma, dottor Giuseppe Pignatone, ha delegato la polizia scientifica e la squadra mobile della questura di Roma al fine di "stabilirne l'età, il sesso e la datazione della morte". "E' un sacrosanto diritto avere verità e giustizia, non ci rinunceremo mai", aveva detto, in occasione dell'ultimo anniversario della scomparsa, il fratello Pietro che, dopo la chiusura delle indagini da parte della Procura di Roma, era tornato a chiedere giustizia direttamente al Tribunale vaticano. Qualcuno ipotizza possano essere di Emanuela Orlandi. E da alcuni mesi la denuncia di scomparsa è di nuovo sui tavoli della Gendarmeria e del Promotore di Giustizia.

LA COLLABORAZIONE DEL VATICANO - Giovanni Paolo II intervenne otto volte in meno di un anno con appelli pubblici per la liberazione della ragazza, figlia di un commesso della Casa Pontificia.

Non è la prima volta che ci si imbatte in ritrovamenti di questo tipo, ma agli investigatori il luogo e le circostanze fanno immediatamente venire in mente un nome. Da quel momento la famiglia non ha più avuto notizie della ragazza. Quella che sembrava la scomparsa di una adolescente si è trasformata in un giallo internazionale che coinvolge la Santa Sede. Il presunto rapimento finisce infatti per intrecciarsi anche con l'attentato di Agca contro Wojtyla.

Cairo: "Ora gli episodi incriminati sono troppi"
Ci tengo a dire che il Toro avrebbe meritato di vincere, abbiamo giocato benissimo contro un avversario molto forte". Queste disparità non le accetto, non sono un pivellino, sono stato anche in Inghilterra e conosco gli episodi.

La Procura di Roma procede per omicidio in relazione al ritrovamento delle ossa nell'edificio di proprietà del Vaticano.

Senza elementi, la prima inchiesta viene chiusa nel luglio 1997. Era stato sepolto nella cripta della chiesa di Sant'Apollinare, dove vennero trovate circa 400 cassette di ossa: vennero fatti test e analisi che non portarono a niente. Mirella Gregori, figlia dei titolari di un bar di via Volturno, a Roma, studentessa, non conosceva Emanuela Orlandi, né le due ragazze avevano frequentazioni in comune. Le presunte rivelazioni di Sabrina Minardi, la 'donna' di Renatino De Pedis, rilancia la pista della Banda della Magliana: Emanuela sarebbe stata uccisa dopo essere stata tenuta prigioniera nei sotterranei di un palazzo vicino all'Ospedale San Camillo. Ma la famiglia va avanti, non si arrende.

Share