Per il 50esimo compleanno di Batistuta festa in Palazzo Vecchio

Share

Ecco le sue parole. Sì ma ormai è tardi. "Certo queste due squadre sono state da tempo nel mio destino - dice -: la prima volta che sono arrivato in Italia, per il torneo di Viareggio, atterrai a Roma e uscito dall'aeroporto mi feci fotografare accanto a un cartellone della Roma". Spero la Fiorentina di cui sono tifoso - ammette -, però mi farebbe piacere anche la Roma perché non voglio il suo male. "Potevo stare dentro o fuori dai loro piani purtroppo sono fuori ma questo non vuol dire che loro sono cattivi". Chiusura sui connazionali Icardi e Higuain: "a chi il 9 dell'Argentina?". Sono in armonia con entrambe le squadre. Dzeko-Simeone? Giovanni deve fare carriera ancora, ci sta mettendo impegno per lanciarsi, Dzeko è più affermato e maturo. Sabato sarai allo stadio per Fiorentina-Roma?

Chi è Bolsonaro, il nuovo presidente dell'ultradestra in Brasile
Il Brasile , sesta economia al mondo, in mano a un presidente come Bolsonaro , sodale di Bannon, nostalgico della dittatura . Non si tratta quindi, di una questione di destra o sinistra, ma del rigetto complessivo della "vecchia politica".

"Volevamo raccontare la storia incredibile di chi non è nato campione ma lo è diventato" ha spiegato il regista. Anche io vorrei vedere la partita dal vivo. Penso che i giallorossi possano vincere la Champions come andare fuori, hanno una squadra per fare grandissime cose. Non hanno avuto continuità fino ad ora ma se passano il girone possono dare fastidio a chiunque. "Se mi sarebbe piaciuto ricoprire nella Fiorentina lo stesso ruolo che ha oggi Totti nella Roma?". Siamo lontani, prima la vedevo più possibile poi sempre più lontana. Era solo un mio desiderio e non ho niente contro il club, anzi.

Share