Roma, ecco Luca Pellegrini: il nuovo "vice-Kolarov" che disse no al Liverpool

Share

Contro l'Empoli Eusebio Di Francesco lancia il giovane terzino sinistro, già impiegato nei minuti finali della sfida di Champions contro il Viktoria Plzen: "Dubbio tra Florenzi e Santon sull'out di destra, in mezzo ci sarà Manolas - ha proseguito il tecnico della Roma nella conferenza stampa della vigilia -. Ho provato diverse soluzioni, deciderò all'ultimo".

DOLCI RICORDI PER PELLEGRINI - Lorenzo Pellegrini ritrova l'Empoli, la formazione contro cui ha segnato il suo unico gol su rigore in Serie A: era il dicembre 2016 e vestiva la maglia del Sassuolo. Sarà un piacere, lì sono cresciuto come uomo. "Davanti ancora Edin Dzeko titolare, per il resto vedremo chi saranno i due esterni". Col nuovo schema si è trovata la quadratura del cerchio, le prestazioni in campo sono nettamente migliorate, la difesa ha cominciato a subire meno gol mentre l'attacco ha ripreso a segnare con continuità. Coric? Sta migliorando, arriverà anche il suo momento.

LA DEDICA DI KLUIVERT ALL'AMICO NOURI: "SEMPRE NELLE MIE PREGHIERE" - Posizioni peraltro che occuperanno anche sabato sera a Empoli visto che sia Pastore sia De Rossi non sono al meglio (così come Perotti) e rientreranno dopo la sosta. Credo che debba andare perché alle convocazioni si risponde ma difficilmente potrà giocare. Ma prima della sosta c'è l'Empoli, è una gara difficilissima, dobbiamo prendere i tre punti.

Belen: notte brava con il fratello, ma li ferma la polizia
I like del ballerino all'influencer sono ormai scomparsi, cosa strana visto il rapporto forte che entrambi hanno ammesso di avere. Dopo l'addio ad Andrea Iannone , Belen ha deciso di non parlare più della sua vita privata.

"Schick via? Siamo ad ottobre, non possiamo pensare di mandarlo a giocare da un'altra parte, dobbiamo farlo crescere e sfruttare al meglio le sue qualità". Se pensiamo a cosa dicevamo di Lorenzo Pellegrini alcune settimane fa e cosa stiamo invece dicendo oggi ci accorgiamo che serve equilibrio.

Se nelle ultime tre partite i gol segnati sono stati addirittura 12 il segno dello sblocco psicologico pare evidente. La Roma si riscattò nel match di ritorno, giocato nell'aprile 2017, battendo i toscani 2-0 all'Olimpico con doppietta del solito Dzeko. Quelle di oggi sono le due partite più difficili, nel senso che l'Inter va contro una squadra sottovalutata da tutti.

"Non ho sentito nessuno".

Share