Salvini: "Migranti in Italia con voli charter? Chiuderemo gli aeroporti"

Share

Il primo addirittura dovrebbe arrivare a Fiumicino nei prossimi giorni: a bordo 40 "dublinanti", ossia migranti sbarcati e richiedenti asilo in un Paese - in questo caso, il nostro - che poi lasciano, per girare nel resto d'Europa da uomini liberi.

Così, mentre Italia e Germania non riescono a formalizzare un accordo complessivo sulla questione dei migranti, che tenga dentro anche la questione dei dublinanti, il ministro dell'Interno Matteo Salvini prova a mettere le mani avanti, minacciando di attuare un provvedimento che non troverebbe uguali nella storia europea. "Non c'è nessun accordo con la Germania", ribadisce il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio.

"Se qualcuno, a Berlino o a Bruxelles, pensa di scaricare in Italia decine di migranti con dei voli charter non autorizzati, sappia che non c'è e non ci sarà nessun aeroporto disponibile". Un concetto che il leader della Lega ha ribadito anche in un post su Instagram utilizzando l'hashtag #aeroportichiusi.

Il capo dell Interpol è scomparso durante un viaggio in Cina
Il 64enne Meng, che è anche viceministro della Pubblica Sicurezza, è stato fermato "appena è atterrato in Cina ". Ricevi aggiornamenti su Scompare in Cina il presidente dell'Interpol .

"Il primo volo sarebbe già programmato per il martedì 9 ottobre, ma al Viminale non risulta ancora niente di ufficiale", riporta Repubblica.

Nello specifico, questa volta Matteo Salvini punta il dito contro la Germania, che, in base al Trattato di Dublino, ha deciso di rimandare in Italia quaranta migranti secondari con un volo charter. "Adesso vediamo cosa accadrà ma - ha aggiunto - per fare queste cose ci vogliono gli accordi". "Un'accoglienza senza limiti e senza regole porterebbe al disastro, è così difficile da capire?"

Share