Salvini: "Reddito di cittadinanza anche ai rom se italiani e per bene"

Share

Oggi poi è arrivato un nuovo attacco da parte del presidente dell'Inps, Tito Boeri, che in un convegno a Venezia è tornato a criticare il reddito di cittadinanza. È però uno strumento che richiede dei requisiti obbligatori: basti pensare che fino al 31 maggio 2018, la domanda per ottenere il REI poteva essere presentata solo dalle famiglie nel cui interno c'era almeno un figlio minorenne, un figlio con disabilità (anche maggiorenne), una donna in stato di gravidanza, un disoccupato over 55 anni; vi erano inoltre dure regole da seguire con la sottoscrizione del cd. progetto personalizzato REI e l'attivazione di appositi percorsi obbligatori per i beneficiari, tra i quali mandare i figli a scuola e mantenere una performance scolastica adeguata, impegnarsi nella ricerca attiva di un'occupazione, per velocizzare così il reinserimento delle persone disoccupate ed inoccupate all'interno della famiglia.

Pensioni di cittadinanza e reddito di cittadinanza, come ha spiegato il vicepremier Di Maio, assorbiranno 9 miliardi di maggiore spesa, mentre un altro miliardo andrà al rafforzamento dei Centri per l'impiego:il totale fa 10, ma su questo ci sono tensioni con la Lega, che non vuole riservare maggiori rispsorse al reddito di cittadinanza rispetto alle pensioni.

Il che porta alla seconda critica dei liberal e uguali al reddito di cittadinanza: l'istituzione di vincoli sul modo di spenderlo, che lo renderebbero un provvedimento paternalista. Per questo il reddito di cittadinanza non partirà immediatamente dopo l'approvazione della legge di Bilancio 2019, ma solo dopo la riforma dei Centri per l'Impiego di tutt'Italia. Non potrà rifiutare più di tre offerte di lavoro giudicate "congrue", altrimenti perderà il sussidio.

Occhio, poi, alle modalità di spesa. L'idea è quella di tracciare tutte le spese, per evitare quelle che Luigi Di Maio ha definito "spese immorali".

Moscovici a testa bassa conro l'Italia: c'è un governo xenofobo
L'accusa di xenofobia "non la commento neppure e la respingo al mittente" ha detto il presidente del Consiglio. "Il partito socialista non ha misurato la sfida esistenziale a cui deve far fronte l'Europa".

Secondo le stime la platea per il reddito di cittadiannza potrebbe includere ben sei milioni e mezzo di italiani. Un requisito fondamentale per accedere ai 780 euro, in base ai requisiti Isee, sarà quello di iscriversi al Centro per l'impiego e rendersi immediatamente disponibili al lavoro.

Il sussidio dipenderà quindi dal reddito iniziale percepito dal singolo cittadino.

Non avranno diritto, probabilmente, i proprietari di abitazione principale. Sulla deducibilità degli interessi passivi la stretta, almeno al momento, non sembrerebbe produrre particolari effetti negativi in quanto gli istituti di credito sono in larga misura in perdita. Ma ci sono grossi punti interrogativi circa "la progettualità per evitare un aiuto che si limiti al mero assistenzialismo".

Share