Scontro tra due navi in Corsica: chiazza di carburante da 10 km

Share

È scattato l'allarme inquinamento per lo sversamento in mare di carburante dopo la collisione tra due navi avvenuta al largo della Corsica in acque territoriali francesi, nel Tirreno. Secondo la Guardia Costiera italiana, la nave portacontainer Cls Virginia avrebbe perso circa 600 metri cubi di 'fuel oil'. Non risultano feriti tra le persone a bordo delle due imbarcazioni.

Maurizio Arrivabene: "Inaccettabile quanto accaduto"
Invece di concentrarsi sul computer basterebbe guardar anche cosa fanno gli altri e questo si impara solo con l'esperienza. Io non intervengo mai nelle scelte tecniche, ma oggi sono arrabbiato.

Ad essere coinvolte nell'incidente, la portacontainer "Cls Virginia", battente bandiera cipriota, e la motonave tunisina "Ulisse" che trasporta camion e auto. La centrale operativa della Guardia Costiera a Roma, su richiesta del Ministero dell'Ambiente, ha disposto anche l'invio di una motovedetta della capitaneria di porto di Livorno. Quest'ultima, in quel momento scarica, pare che fosse ferma in mare per motivi ancora da accertare. L'Italia ha inviato tre navi a nord della Corsica, tre unità d'altura: la Nos Taurus da Livorno, la Bonassola da Genova e la Koral da Olbia. Delle operazioni si sta occupando la Francia che ha richiesto all'Italia un supporto.

Share