Serie A, Gattuso respira: la partita dei ribaltamenti va al Milan

Share

Il Milan rialza la testa dopo la sconfitta contro l'Inter nell'ultimo turno di Serie A e quella in Europa League contro il Betis. Mi è stato chiesto se fossi deluso, questi ragazzi invece riescono a dare tutto, a volte vengono prestazioni non positive ma una squadra non di mentalità non ribalta il risultato contro la Sampdoria. È stata una bellissima partita. La nostra non è una squadra che difende individualmente a campo aperto, oggi si è verificato. Il tecnico passerà al 4-4-2 con Cutrone titolare, ma non rinuncerà ai fedelissimi: Biglia, Bonaventura, Higuain, Romagnoli e Suso, le cinque pedine più utilizzate finora, fondamentali per rimettere Diavolo e tecnico sulla strada giusta. Bonaventura sta stringendo i denti, ha un'infiammazione al ginocchio e ieri non è riuscito ad allenarsi. "Cutrone era difficile da tenere fuori, segna con continuità". Abbiamo sbagliato, non dobbiamo difendere individualmente in campo aperto. Ora valutiamo Calhanoglu, ci ha dato grande disponibilità. Parliamo della squadra non dei singoli. Per portare a casa la partita bisogna giocare meglio, non peggio. Abbiamo abbinato grinta e qualità di gioco, la grinta non basta contro questa Sampdoria.

Carlos Passerini, giornalista del Corriere della Sera, ha rilasciato alcune dichiarazioni a "Tutti convocati" su Radio 24: "Gattuso ha una fiducia a tempo, io credo per 2 partite, le due con Samp e Genoa".

Di Francesco rialza la sua Roma: "Basta schiaffi, voglio grande gara"
Il Napoli ha nel girone due squadre che sono costruite per vincere la Champions e sta dimostrando di essere di quel livello. Dal punto di vista della gestione e dei modi di fare mi piace tantissimo. "Per questo chiedo spesso a chi posso chiedere".

" "È stata una partita complicata, siamo stati bravi a rimanere in partita dopo lo svantaggio ed a vincere la gara nella ripresa". Sono felice del gol e dell'assist al Pipita. Non c'è una persona migliore di lui.

Share