Tempesta di neve travolge alpinisti in Nepal : 9 morti

Share

Conquistata per la prima volta nel 1969 da una spedizione giapponese, non è stata più raggiunta da 22 anni, secondo l'Hymalayan Data Base, la più grande raccolta su quanto avviene tra le montagne dell'Himalaya, creata e aggiornata per decenni da Elizabeth Hawley, giornalista americana trapiantata da mezzo secolo in Nepal e morta a Katmandu, a 94 anni, nel gennaio scorso. Sempre in Nepal, sul monte Everest, a maggio persero la vita altre due persone, tra cui il campione giapponese Nobukazu Kuriki. Nel frattempo continuano le ricerche degli altri due nepalesi dispersi, ha detto un funzionario della polizia locale, Bir Bahadur Budamag.

Almeno nove alpinisti sono rimasti uccisi da una violenta tempesta di neve che ha investito il loro campo base sulle pendici del monte Gurja. Il corpo del nono disperso, dato ormai per morto, non è stato ancora localizzato.

Nadia Toffa: "Il cancro è tornato, ma non mi arrendo"
Il cancro era tornato e mi hanno operato nuovamente ".Ikea, sbagliano a pagare alle casse automatiche e vengono arrestati. A seguito di un malore lo scorso dicembre sono stata operata d'urgenza .

A causare la tragedia, scrive l'Himalayan Times, è stata una valanga innescata dalla tempesta di neve, che ha devastato e di fatto sepolto il campo base degli alpinisti, a 3.500 metri di quota. Secondo Wangchu Sherpa, direttore della Trekking Camp Nepal, delle nove vittime cinque sono sudcoreani, della Koreanway Gurja Himal Expedition 2018, tra cui il team leader Kim Chang-ho, e quattro sono nepalesi che facevano parte della stessa spedizione.

Le operazioni di ricerca delle squadre di soccorso inviate sul Monte Gurja per tentare di recuperare i corpi degli alpinisti morti, come riportato da La Gazzetta dello Sport, sono state complicate dalle condizioni instabili e ghiacciate.

Share