Terremoto 6.8 al largo della Grecia, sisma avvertito anche nel Sud Italia

Share

Una scossa di terremoto di magnitudo 6.8 è stata registrata dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia sulla costa occidentale del Peloponneso, in Grecia. E' scattato, in via precauzionale, un allarme tsunami, poi rientrato, in varie zone delle coste del mare Ionio. Un sisma chiaramente avvertito dalla popolazione a Siracusa. Sui social si parla di una scossa prolungata avvertita distintamente, Grande paura anche sull'isola di Malta. I due fenomeni tellurici - quello greco e quello umbro - non sono collegati tra loro.

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita intorno alle 0.57 in Sicilia.

Dalle verifiche effettuate da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, in costante contatto con le autorità territoriali per seguire eventuali evoluzioni, non risultano, al momento, danni a persone o cose. Le notizie sono frammentare e imprecise in quanto sono saltati i collegamenti alle linee elettriche e di comunicazione di una vasta area della Grecia.

Corsa contro il tempo per Alessandro.Serve donatore di midollo
Si trovava a mare con i genitori quando si è sentito male ed è stato portato subito in ospedale. L'appuntamento è anzitutto a Milano, oggi e domani, in piazza Sraffa.

Le località più vicine, dove è stato avvertito, oltre Trevi sono: Montefalco, Castel Ritaldi, Foligno, Bevagna, Giano dell'Umbria, Gualdo Cattaneo. Non ci sono feriti e danni di grossa entità. L'epicentro è stato individuato a 800 chilometri di distanza dalla Sicilia.Molte le chiamate di cittadini impauriti, in particolare residenti nei piani alti degli edifici. Telefonate e richieste di chiarimenti anche da tutta la Puglia e dalla Campania.

Una scossa di terremoto è stata registrata a Trevi all'una e 28 della notte di venerdì 26 ottobre. Secondo i rilevamenti effettuati negli Stati Uniti da US Geological Survey (USGS) il sisma è durato almeno 30 secondi.

Share