Torna l'ora solare: quando spostare le lancette

Share

Questo sabato dal sapore quasi primaverile saluterà, quindi, l'ora legale che tornerà il 31 marzo 2019.

L'aspetto economico. Secondo le stime preliminari registrate da Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, dal 25 marzo 2018, grazie proprio a quell'ora quotidiana di luce in più che ha portato a posticipare l'uso della luce artificiale, l'Italia ha risparmiato complessivamente 554 milioni di kilowattora (quanto il consumo medio annuo di elettricità di circa 205 mila famiglie), un valore corrispondente a minori emissioni di CO2 in atmosfera per 290 mila tonnellate. L'ora legale è stata introdotta sostanzialmente per due motivi. L'obiettivo era risparmiare energia.

Gli anni passano, ma ad ogni cambio dell'ora il dubbio c'è sempre: bisogna spostare l'orario avanti o indietro?Sebbene ci sia solo un'ora di differenza, sbagliare la direzione delle lancette può causarvi non pochi problemi se avete degli impegni a determinati orari.

Caso ripescaggi - Summit urgente in Figc. La B a 22?
Si potrebbe tornare alla Serie B a 22 squadre, ma l'udienza è stata fissata dal TAR solo per il 26 marzo 2019 . E spero che la lega di Serie B non voglia andare allo scontro.

Con l'ora solare si dorme di più o di meno?

Esistono approfonditi studi che documentano un cambiamento della qualità del sonno con il cambiamento di orario. Gli effetti negativi di questo disturbo colpiranno i "gufi", le persone che prediligono coricarsi alle ore piccole, e soprattutto le "allodole", che amano godersi le prime ore di luce del giorno. Consigliata attività fisica aerobica, a chi non soffre di pericolosi fattori di rischio cardiocircolatori. Vietate le abbuffate, ma anche lo spuntino di mezzanotte che appesantisce prima di andare a dormire. All'orizzonte possiamo intravedere soltanto una grande confusione: gli stessi Paesi che prediligono l'ora legale, non è detto abbiano interesse a mantenerla tutto l'anno. Ecco qualche consiglio per evitare l'insonnia e i disagi in seguito al cambiamento di orario che, tuttavia, potrebbe avvenire per l' ultima volta. L'ora solare ci accompagnerà per i cinque mesi invernali ed è l'orario di base usato da molti Paesi durante l'inverno e conosciuto anche con il nome di "ora civile convenzionale". L'allungamento delle giornate, infatti, è positivo per Paesi come, ad esempio, l'Italia, che ottengono vantaggi quali un maggiore risparmio energetico, mentre è negativo per Paesi come quelli del Nord Europa, in cui le giornate estive, già lunghe di per sé, diventano quasi interminabili con l'adozione dell'ora legale, tanto che il sole finisce per tramontare quasi alle 23, creando notevoli disagi.

Share