Toyota: ordina richiamo di 2,4 milioni di auto ibride - Industria

Share

Toyota è certamente uno dei principali produttori di automobili a livello globale ed è anche uno degli esponenti del settore ad investire maggiormente nella produzione di veicoli a zero emissioni, attraverso modelli con motori elettrici e ibridi a zero emissioni pensati per ridurre l'inquinamento a favore della salute ambientale. Il costruttore ha dichiarato che finora non sono stati registrati incidenti reali ma la società sta comunque contattando tutti i proprietari noti delle auto interessate.

Dopo aver richiamato un milione di veicoli a rischio incendio, Toyota ha annunciato il richiamo, a scopo precauzionale, di 2,4 milioni di auto ibride a causa di un'anomalia al failsafe - il dispositivo di protezione - che in casi molto rari potrebbe smettere di funzionare. L'intero sistema rischia così di perdere potenza e di andare in stallo. Un problema che, secondo Toyota, potrebbe potenzialmente causare incidenti.

Cyberattacco da Mosca, Olanda espelle quattro 007 russi
Si tratta di un tipo di attacco, che se venisse confermato, sarebbe più grave di quelli che puntano sulle intrusioni software.

I MODELLI Si tratta dei modelli Prius e Auris, prodotti tra l'ottobre 2008 e il novembre 2014, riguardanti 1,25 milioni di vetture vendute in Giappone, 830mila in nord America e 290mila in Europa.

Per evitare che ciò accada, Toyota ha quindi deciso di richiamare 2.43 milioni di automobili. Diversi di questi sono gli stessi finiti dentro al richiamo del mese scorso (ne avevamo parlato in questo articolo), che riguardava un altro tipo di problema.

Share