Tsunami e terremoto in Indonesia, oltre 1.200 i cadaveri trovati

Share

L'onda anomala è stata scatenata da un terremoto di magnitudo 7.5, con epicentro nell'isola di Sulewesi, di cui Palu (circa 300mila abitanti) è uno dei capoluoghi. Proprio qui almeno 50 persone sono rimaste sepolte sotto un hotel crollato.

Il Presidente dell'Agenzia di Geofisica indonesiana, Dwikorita Karnawati, ha affermato che la più alta ondata di tsunami si è verificata a Mamuju e ha raggiunto i sei metri di altezza. Colpita anche Donggala, sempre nell'arcipelago di Sulawesi. "Tutto il potenziale nazionale verrà dispiegato, e domattina invieremo un aereo da trasporto militare Hercules ed elicotteri per fornire assistenza nelle aree colpite dallo tsunami" ha detto Nugroho, portavoce dell'agenzia Nazionale per la gestione dei disastri ambientali. Gli sfollati, migliaia, lamentano l'assenza di cibo, acqua e carburante: i supermercati sono stati presi d'assalto. Non si esclude dunque che il numero enorme finora evidenziato possa ulteriormente crescere nel corso della giornata. Lo stesso portavoce ha anche spiegato che per carenza di mezzi, o per impossibilità di farli arrivare dove serve, la maggior parte dei soccorsi stanno scavando tra le macerie con le mani mentre i corpi delle vittime dono stati seppelliti in fosse comuni. A subire molti danni, soprattutto in termini di vite umane è stata anche Donggala, più a nord. E' questa una delle situazioni più gravi attualmente registrate e che non lascerebbe molte speranze sul numero dei sopravvissuti.

Amazon Launchpad, negozio per le startup
Inoltre, i prodotti possono essere idonei per Amazon Prime e resi disponibili per gli oltre 100 milioni clienti in tutto il mondo. Proporre una selezione di prodotti unica e innovativa dalle startup europee e di tutto il mondo.

Secondo quanto riportano le ultime notizie di cronaca, i soccorritori avrebbero avvertito delle urla provenire dall'interno, mentre l'edificio è già collassato su se stesso. Il sisma di venerdì 28 settembre ha causato il crollo di diversi edifici oltre ad aver prodotto lo tsunami che ha distrutto gran parte degli insediamenti costieri. Le autorità stanno ancora cercando tre francesi. Le informazioni sulle vittime al momento giungono con enormi difficoltà dal momento che linee elettriche e telefoniche risultano essere notevolmente danneggiate e da quel che fa sapere l'ambasciata francese, ci sarebbero delle operazioni di verifica attualmente in corso.

Share