Adesso tutti vogliono pagare il viaggio dei giovani scienziati napoletani negli Usa

Share

"Il Righi in questo ranking, per ora fermo all'8 novembre scorso, è sì al secondo posto dopo una scuola di Trapani e prima di una polacca, ma la classifica si chiude il 16 dicembre".

"Da Napoli ad Atlanta c'è stata un'incredibile risposta di tantissime aziende all'appello dei nostri studenti", spiega nel frattempo la preside del Righi, Vittoria Rinaldi, "una reazione che dimostra quanto sia importante accendere i riflettori sulle tante eccellenze sommerse all'interno delle scuole del nostro Paese perché per fortuna le imprese pronte ad investire sul merito ci sono". "La finale vera e propria della competizione internazionale si svolge per tutti i partecipanti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, in orbita terrestre", sottolinea la nota; "le finali vengono però trasmesse in diretta e tutti i concorrenti possono assistere da terra alle prove della gara in tre location definite: per le squadre europee e russe la finale di quest'anno è prevista ad Alicante (Spagna), per gli americani al MIT di Boston e a Sidney per l'Australia. Il torneo di quest'anno è ancora alle fasi iniziali e la classifica (http://zerorobotics.mit.edu/tournaments/32/rank/126/0/) viene aggiornata in tempo reale seguendo i risultati dei successivi step della gara, fino alle fasi finali; i vincitori saranno decretati a metà gennaio 2019". Così ha dichiarato in serata all'Ansa Davide Di Pierro.

Trecento scuole da tutto il mondo, una competizione organizzata dal Mit e dalla Nasa, tre ragazzi napoletani determinati, e nemmeno maggiorenni, vincenti.

Pensioni tagliate del 5-30% con ‘quota 100’ dicono i tecnici parlamentari
In particolare si parla di tagli sugli assegni che potrebbero partire dal 5% fino ad arrivare al 30%. Nella legge di bilancio sono stanziati circa 7 miliardi per il progetto " quota 100 ".

Secondo i primi controlli del Miur, la classifica della competizione di robotica è ancora provvisoria, per cui il Righi non ha ancora vinto l'accesso alle finali.

"Volendo supportare intelligenza, studio e ricerca la redazione del Tg3 ha invece deciso di coprire i costi della trasferta dei 3 studenti che così potranno partire per gli Stati Uniti". Abbiamo le menti migliori del mondo e poi ci mancano i soldi per far sviluppare le loro idee. E' chiaro che dobbiamo dare più soldi alla scuola, all'istruzione, alla ricerca e cercheremo di fare il possibile per mettere maggiori finanziamenti nella manovra. Immediatamente la notizia è balzata sul web, tanto il dispiacere per questi tre promettenti ragazzi che nonostante l'impegno, non avrebbero potuto realizzare il loro sogno. A raccogliere l'appello era stata anche la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, che si è offerta di finanziare la trasferta al pari dell'imprenditore Bombassei, titolare della Brembo, società leader negli impianti frenanti a disco. E forse si è trattato di un semplice enorme equivoco. Riassumendo: non solo il team napoletano non è ancora in finale (ci auguriamo che ci arrivi naturalmente), ma in caso dovrebbe volare in Spagna, non Oltreoceano.

Davide, Mauro e Luigi, noi tifiamo lo stesso per voi! Peraltro, le finali per le scuole europee si svolgeranno nella città di Alicante e non a Boston.

Share