Alla Croazia l'ultima Coppa Davis "vecchio stile"

Share

A prescindere da quello che è stato il risultato sportivo (solo per la cronaca, l'ultima "Insalatiera" la porta a casa la Croazia che ha battuto la Francia 3-1), ieri a Lilla, in Francia, si è consumato l'ultimo atto della Coppa Davis: la fine di un mito dello sport.

Il secondo singolare è fra Marin Cilic e Jo-Wilfried Tsonga.

RED Friday Vodafone 2018: il Black Friday dell'operatore
Per i già clienti l'operatore, per il Black Friday , propone varie offerte e promozioni divise per i vari giorni della settimana. Vi ricordiamo che il 24 e 25 Novembre a Torino si terrà il Vodafone Esport Tour Powered by ESL .

D'altro canto nella lunga storia della Coppa Davis, si è verificata soltanto una volta la rimonta da un 2-0 iniziale, riuscito per ora alla sola Australia che recuperò e vinse sugli Stati Uniti nel 1939. Anche in questo caso vittoria in tre set per la Croazia. Gli abbinamenti sono incrociati rispetto a quelli di venerdì: nulla vieta ai due capitani di cambiare qualcosa (fino a un 'ora prima dell'inizio), a patto naturalmente che nessun giocatore giochi due partite nello stesso giorno oppure incontri un rivale già affrontato in precedenza. Cilic ha 30 anni e può giocare ai massimi livelli ancora per qualche stagione. Dal prossimo anno la competizione cambierà regolamento. Da un certo punto di vista sarebbe il modo migliore per chiudere la storia della Coppa Davis come l'abbiamo conosciuta fino ad oggi, ricca di colpi di scena e risultati imprevedibili; la Croazia però non sarà d'accordo, ha la grande occasione di scrivere il proprio nome nell'albo d'oro in una edizione che passerà alla storia e anche di prendersi una rivincita sui francesi per la finale dei Mondiali di calcio. Si disputerà in una sede unica, Madrid, in una settimana (18-24 novembre); prenderanno parte 18 nazioni, 12 usciranno dagli scontri diretti del primo turno.In più verrà data una wild card alle quattro squadre semifinaliste di quest'anno.

Share