Angela Merkel rinuncia a ricandidatura: verso addio alla politica

Share

"Come Cancelliera - ha detto la Merkel - ho la responsabilità di tutto per quello che riesce e per quello che non riesce".

Angela Merkel paga il salato conto delle recenti votazioni in Germania che hanno visto la caduta dell'Unione Cristianodemocratica.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Romania, terremoto di magnitudo 5.6 in Transilvania
La scossa è stata avvertita anche in Ucraina, Moldavia e Bulgaria, ma non si segnalano al momento danni a persone o cose. Una scossa di magnitudo 5 .6 è stata registrata alle 2:38 ora locale nella regione della Transilvania , in Romania .

Stando a quanto riporta l'agenzia stampa Dpa, Merkel ha comunque intenzione di rimanere cancelliera, restando così alla guida del governo. Merkel ha anche sottolineato di voler "lasciare i propri incarichi con dignità, così come li ho svolti". Cdu e Spd, che hanno governato insieme nell'esecutivo della cancelliera Angela Merkel, hanno perso entrambi più di dieci punti percentuali.

L'ex capogruppo dell'Unione, Friedrich Merz, sarebbe pronto a candidarsi alla presidenza della Cdu al prossimo congresso. La cancelliera vorrebbe che a succederle fosse l'attuale segretario generale e sua fedelissima, Annegret Kramp-Karrenbauer. Non sembra, soprattutto considerando la grande ribalta dei Verdi, partito che si è affermato per le sue posizioni molto attente nei confronti dell'immigrazione, dei cambiamenti climatici e dell'integrazione europea. L'uscente Volker Bouffier, fedelissimo della cancelliera, continuerà a governare la regione di Francoforte e nel suo bilancio chiarisce subito che nessuna coalizione potrà essere fatta contro la Cdu.

In Baviera il partito gemello Csu, che ha sempre governato nel land, è passato dal 48% al 34%. Veri sconfitti della serata sono i socialdemocratici, che tuttavia trattano il risultato con cautela. Oggi questa storia si avvia alla conclusione. Ma non è una vera messa in discussione della Grosse Koalition. L'Assia ha toccato il risultato peggiore dal 1966 e vede trionfare gli alleati Verdi. La formazione populista di destra è presente nel frattempo in tutti e 16 i parlamenti regionali tedeschi e alle politiche dell'anno scorso è entrato per la prima volta nel parlamento federale (Bundestag) col 12,6% delle preferenze. Nelle elezioni in Assia dello scorso fine settimana la Cdu invece ha preso il 27% a dispetto del precedente 38%. Festeggiano anche i liberali che con il 7,8% (avevano il 5) potrebbero esser decisivi, e si mettono a disposizione per la coalizione Giamaika.

Share