Cina, create due gemelline con Dna modificato

Share

Uno scienziato cinese ha dichiarato di aver creato i primi esseri umani geneticamente modificati al mondo. Il loro Dna sarebbe stato modificato con un "nuovo potente strumento" che può riscrivere il codice genetico.

L'esperimento - che ha riguardato gli embrioni di sette coppie, una sola delle quali ha portato a termine la gravidanza - è stato portato avanti col consenso del comitato etico ed è descritto in un documento della Southern University of Science and Technology della città cinese di Shenzhen, reso noto dalla rivista del Mit di Boston.

Se la notizia dovesse trovare conferma, oltre che dubbi dal punto di vista scientifico, si solleverebbero anche interrogativi dal punto di vista etico.

Da notare però che l'HIV non si trasmette direttamente da padre a figlio, ma deve essere trasmessa prima alla madre, quindi questo punto è poco chiaro.

F1: Abu Dhabi, ultimo sigillo Hamilton, Vettel è 2/o
E' arrivata un'ottima gara che rappresenta comunque un segnale di speranza per la Ferrari e per i suoi tifosi. CARLOS SAINZ JR - 7: un buon regalo di addio alla Renault, per il pilota spagnolo, figlio d'arte.

Il suo obiettivo non era quello di curare o prevenire una malattia ereditaria, ma di provare a conferire un tratto che poche persone hanno naturalmente: la capacità di resistere alle possibili infezioni da Hiv, il virus dell'Aids.

In questo caso, per l'esperto, non sono chiare le motivazioni e "se lo scopo è evitare la trasmissione del virus al feto, perché gli embrioni sono di coppie sieropositive, ci sono almeno 4 farmaci diversi che possono già evitarlo".

I test fatti finora indicano che una delle due gemelle possiede entrambe le copie del gene Ccr5 modificato, mentre l'altra solo una copia, e sembra che non ci siano evidenze che altri geni siano stati danneggiati o alterati. "Devo presentare le mie scuse per la diffusione inaspettata dei risultati", ha affermato He Jiankui, alla platea di una conferenza a Hong Kong, sottolineando che "la sperimentazione clinica è stata messa in pausa a causa della situazione attuale". Lo stesso ricercatore cinese non ha voluto fornire informazioni su dove è stata svolta la ricerca. Sostiene di averli appena creati uno scienziato cinese, He Jiankui di Shenzhen.

Share