Decreto Sicurezza, Salvini avverte: "O passa o salta tutto"

Share

Lo rivela l'agenzia di stampa Adnkronos, che cita anche una fonte anonima interna: "Nella mail si chiede di presentare emendamenti al dl sicurezza, ma soprattutto di aprire un tavolo di confronto interno".

Una richiesta di attenzione e considerazione da parte del direttivo, dunque, quella che arriva dai 19 deputati grillini.

Macron a Trump, 'fra alleati ci si deve rispetto'
In una recente intervista, Emmanuel Macron aveva suggerito di costruire il proprio esercito per proteggere l'Europa dagli Stati Uniti , dalla Cina e dalla Russia.

"Per questi motivi, per l'importanza politica del decreto, per la sua incidenza culturale e sociale, veniamo a sottoporre al presidente del gruppo parlamentare, ai capigruppo di Commissione, ai capi area, otto emendamenti che alleghiamo, da depositare in commissione Affari Costituzionali che sicuramente non renderebbero il decreto ottimale ma migliorerebbero sostanzialmente alcune parti davvero critiche, sempre ovviamente nel rispetto del Contratto di Governo, della Costituzione e dei principi del Movimento 5 Stelle", hanno concluso. "Il governo va avanti finché è autonomo e la maggioranza vota i suoi provvedimenti". Pur essendo "perfettamente a conoscenza di come questo decreto sia essenziale per la Lega", chiariscono che non è loro intenzione "complicare i già delicati equilibri di governo", ma "non per questo riteniamo di non dover esercitare il nostro diritto di parlamentari e di non lasciare una traccia chiara e precisa di quale sia la posizione del Movimento 5 Stelle su questo provvedimento". Anche per questo motivo, il testo viene considerato 'chiuso'. Parola del ministro dell'Interno Matteo Salvini a margine della presentazione di un'iniziativa per la donazione di sangue nel piazzale del Viminale a Roma. Non ci sarebbero i tempi per rimandarlo a Palazzo Madama, in caso di modifiche.

"Lo spread scenderà e sono convinto che scenderà, a meno che non ci sia qualcuno che gioca alla speculazione per danneggiare l'Italia". E la questione di fiducia viene considerata quasi scontata.

Share