Desirée, ai funerali palloncini e magliette con la scritta "Giustizia"

Share

Spuntano nuovi particolari agghiaccianti, tutti da verificare, sul caso di Desirée Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina trovata morta in un palazzo abbandonato in via dei Lucani, nel quartiere San Lorenzo. All'ultimo saluto - nella chiesa di San Valentino, nel quartiere dove la giovane abitava - hanno partecipato diverse centinaia di persone (LE FOTO).

All'esterno della chiesa alcuni giovani hanno aperto uno striscione con lettere dai caratteri utilizzati dagli ultras e con la scritta: "Giustizia per Desiree!". Tanti gli applausi hanno accompagnato la bara bianca tra le note di 'Per te' di Jovanotti. Una folla commossa si è avvicinata subito ai familiari, alla madre, ai nonni e al padre di Desirée.

E poi ha aggiunto: "In questa chiesa Desirée da me ha ricevuto la Prima Comunione e, qualche anno dopo, la Cresima. Non avrei mai pensato che un giorno, oggi, sarei stato io stesso a darle l'ultimo saluto". L'appello di don Fabiani è a "intervenire a tempo debito contro ogni forma di violenza senza aspettare che esploda e che si ripeta ciò per cui oggi stiamo piangendo".

In chiesa, dopo l'omelia di Don Vito Fabiani, prendono la parola alcuni parenti.

Gemma Galgani, malore in studio: panico in diretta, ecco le sue condizioni
Quest'ultimo ha rimesso a posto la situazione e, soprattutto, ha calmato la dama torinese , in preda ad un attacco di panico . Ma come avrà reagito a tale notizia Gemma? Si tratta della normalità per quanto riguarda la messa in onda del programma.

Attendere un istante: stiamo caricando il video. In questo momento però vorrei invitare tutti voi a dimenticare ciò che i giornali e gli altri mezzi di comunicazione, nel bene e nel male, nella verità e nella menzogna, ci hanno presentato.

"Giustizia per Desirée" e "Non ti dimenticheremo". I suoi aguzzini, che a turno attendevano in fila di poter abusare di lei, l'avrebbero violentata anche da morta. Non si rendono conto di cosa significhi. Decine di palloncini bianchi e viola vengono fatti volare insieme a due colombe, mentre risuonano nel piazzale le note della canzone scelte per lei: "Cammina nel sole" di Grignani e "Torna casa" di Maneskin. Gli abbracci, le lacrime, il dolore composto dei familiari che lentamente risalgono in auto per seguire il feretro al cimitero.

A Roma, come annunciato nei giorni scorsi dal sindaco, Virginia Raggi, è stato proclamato il lutto cittadino. Un invito anche ai commercianti della città ad abbassare le saracinesche durante la cerimonia funebre.

Share