F1 Abu Dhabi, Raikkonen: "Macchina è andata bene"

Share

Sebastian Vettel non può ritenersi soddisfatto dopo le prove libere del GP di Abu Dhabi, ultima tappa del Mondiale F1 che si disputa sul circuito di Yas Marina. Un Raikkonen che dovrà difendere il 3° posto iridato dall'assalto di Valtteri Bottas e Max Verstappen, distanziati rispettivamente di 14 e 17 lunghezze, oltre a cercare un podio che, nel caso, sarebbe il #13 di stagione, e sarebbe il suo primato personale in carriera.

"È così bello vedere quanto tutti apprezzino i miei sforzi e voglio ringraziarli tutti". Ma questo fa parte del gioco e penso che renda tutto ancora più bello" - continua il finlandese - "Abbiamo vinto il campionato piloti e due campionati costruttori insieme, non potevo chiedere di più.

Fattori che assieme al basso stress per i pneumatici (l'asfalto è piuttosto liscio e le medie sono basse) hanno portato la Pirelli a scegliere le mescole più morbide in gamma: supersoft, ultrasoft e hypersoft. Rimarremo tutti amici è ciò è davvero bello" - conclude Kimi - "Da quando sono tornato a Maranello nel 2014 il team ha fatto grandi passi avanti e tutto va nella giusta direzione. "Non ci sono riusciti tanti piloti e questo mi aiuterà a voltare pagina".

Oggi - ha proseguito il tedesco - abbiamo lavorato un po' sulla macchina e c'è ancora del margine prestazionale, ma dobbiamo trovare un altro po' di passo.

Il sequestro di Silvia, 14 arresti Famiglia chiede silenzio stampa
Stando a quanto dichiarato dalla polizia kenyota, il rapimento sarebbe avvenuto nella contea di Kilifi intorno alle 20 ora locale. Nel procedimento, coordinato dal pm Sergio Colaiocco , si ipotizza il reato di sequestro di persona per finalità di terrorismo.

Sebastian Vettel, al termine di un'annata con molti alti e bassi, ha bisogno di chiudere bene; possibilmente con una vittoria, che manca ormai dal Gran Premio del Belgio di fine Agosto.

Ed è stata proprio questa la chiave che è valsa la pole position a Lewis Hamilton, ma in ottica gara, specie nei primi giri, la maggiore velocità di punta, potrebbe favorire le vetture di Maurizio Arrivabene nel superare, se sarà possibile, sorpassare le Mercedes.

Chi vorrebbe, ovviamente, salutare con un successo un 2018 rivelatosi deludente sono le Ferrari.

Share