F1: Abu Dhabi, ultimo sigillo Hamilton, Vettel è 2/o

Share

Sarà stata l'euforia da ultimo giorno di scuola, ma la conferenza stampa di Abu Dhabi ha regalato numerosi siparietti tutti da ridere, tra cui anche quello relativo alla bibita energetica che sponsorizza Hamilton.

Il britannico, con già in tasca il titolo di campione del mondo, scattato dalla pole, ha preceduto sul podio la Ferrari di Sebastian Vettel. Ecco di seguito il video di quanto successo. Dal terribile incidente al via occorso a Nico Hulkenberg, per fortuna senza alcuna conseguenza per il tedesco: ai sorpassi senza esclusione di colpi, con Verstappen assoluto protagonista. Chapeau Fernando, ci mancherai. Ritirato al 7/o giro l'altro ferrarista Kimi Raikkonen. Una lettura che ci può stare, visto che entrambi i piloti hanno cercato di passare con due vetture dove di fatto c'era lo spazio solo per una.

Ultima apparizione anche per Marcus Ericsson, che dalla Sauber passa alla F.Indy negli USA mentre Ocon farà il terzo pilota, in panchina, alla Mercedes.

Ma torniamo al Gran Premio di Abu Dhabi, e diamo i voti ai protagonisti. E' arrivata un'ottima gara che rappresenta comunque un segnale di speranza per la Ferrari e per i suoi tifosi. Una piccola ruotata al francese: un piccolo sgarbo per vendicare il Brasile. Non è risuscita l'impresa di chiudere il mondiale al terzo posto.

La gara scorre abbastanza tranquillamente, con le poche gocce di pioggia cadute che non cambiano minimamente le carte in tavola a causa delle temperature della pista. Settimo sotto la bandiera a scacchi, ha terminato il mondiale con 39 punti. All'epoca i numeri non erano fissi per tutta la stagione. "Iceman" lascia Maranello: ora lo aspettano una monoposto Sauber Alfa Romeo e un contratto biennale. Dopo essersi liberato della compagnia del finlandese Valtteri Bottas (Mercedes), il tedesco della Ferrari si è scatenato dalla seconda posizione, inanellando una serie di giri veloci e provando a mettere sotto pressione Lewis. Da domani comincia una nuova avventura in Renault, e vale lo stesso discorso fatto per Kimi. "Ci mancherà pure il prossimo anno".

L’Ucraina accusa la Russia: "Fuoco sulle nostre navi al largo della Crimea"
Il 26 novembre lo stretto di Kerch è stato riaperto al traffico marittimo , benché solo quello civile. Secondo gli ucraini, i russi si sono spinti ancora oltre nella contesa in mare.

CARLOS SAINZ JR - 7: un buon regalo di addio alla Renault, per il pilota spagnolo, figlio d'arte. Lui non è un pilota qualunque.

Hamilton: "Non dire che non ti piace se non l'hai provata".

Un bel siparietto subito dopo la bandiera a scacchi fra lui ed il suo rivale Sebastian Vettel. Nel caso del campione del mondo la strategia si è rivelata perfetta e gli ha consentito di poter gestire un grande margine nel finale.

TORO ROSSO - 4: la partnership con la Honda non sembra aver portato i risultati sperati. Davanti ad una Mercedes in classifica ed a due punti da Raikkonen, incredibile.

"E' stato bellissimo gareggiare con tanti campioni - le parole di Alonso - gareggiare con loro, mi sento un privilegiato e dico grazie alla Formula Uno, resterò sempre un appassionato di questo sport". Vai Nando: conquista il Triple Crown e torna!

Share