F1, Albon con la Toro Rosso nel 2019

Share

Uno dei favoriti potrebbe essere Oliver Rowland, che ha sostituito Albon nei test di Valencia. Il modo in cui è stato capace di fare sorpassi a gran parte dei suoi rivali in gara ha mostrato che è pronto ed è maturato. Il debutto nelle monoposto è avvenuto due anni più tardi in Eurocup Formula Renault 2.0, segnando anche l'ingresso di Alex nel programma giovani della Red Bull. Il terzo posto in graduatoria ottenuto nel 2014 gli consentì il passaggio l'anno successivo in Euro Formula 3, in cui ottenne cinque podi. Voglio ringraziarlo per la sua grande prestazione e gli auguro tutto il meglio.

"Sfortunatamente la mia gara è finita in pratica già al primo giro - ha detto Hartley". La scuderia di Faenza ha ufficialmente completato la line-up in vista del Mondiale 2019 di Formula 1 inserendo il pilota britannico con cittadinanza thailandese. Sarebbe stato fantastico concludere la stagione in zona punti, anche per ricompensare il team e la Honda per il buon lavoro svolto insieme. A pochi giri dalla fine abbiamo avuto un problema e del fumo ha iniziato a fuoriuscire dalla macchina.

Alla Croazia l'ultima Coppa Davis "vecchio stile"
Cilic ha 30 anni e può giocare ai massimi livelli ancora per qualche stagione. Il secondo singolare è fra Marin Cilic e Jo-Wilfried Tsonga .

Queste invece le dichiarazioni del team principal Franz Tost: "Alexander ha fatto una notevole stagione in Formula 2 nel 2018. Sono entusiasta di iniziare un nuovo capitolo alla Red Bull il prossimo anno, ma comunque mi mancheranno questi ragazzi: mi hanno dato tanto e sono delle persone fantastiche, che mettono grande passione in ciò che fanno: è stato un grande piacere lavorare con loro".

Alexander Albon prenderà il posto in Toro Rosso di Brendon Hartley, che dopo una stagione piena di alti e bassi non è stato confermato per il 2019. Non sapevo dove andare con l'incidente di curva 8 e sono dovuto andare fuori pista per evitare le macchine davanti. Mi sono però imbattuto in alcuni detriti e ho danneggiato l'ala anteriore, quindi mi sono dovuto fermare ai box al primo giro, montando una vecchia specifica d'ala e facendo l'intera gara su un set di pneumatici: un'impresa difficile. Ho gestito bene le gomme, ma dopo il problema del primo giro la dodicesima posizione era il massimo che potessi ottenere. "Sono contento della mia progressione durante la stagione e sento di essere migliorato, sia personalmente che come pilota".

Share